Sanità: l’accordo regione-sindacati per il personale precario preoccupa il PDL

Vogliamo leggere subito l’accordo che l’Assessore alla Sanità ha sottoscritto con i sindacati perché siamo preoccupati di quello che si legge sulla stampa circa enormi stabilizzazioni di personale precario che è il contrario di quello che serve all’Umbria. Ormai ci siamo stancati di ripetere che non è più rinviabile lo sgonfiamento del “pachiderma” pubblico e che è arrivata l’ora di parlare il linguaggio della verità non continuando ad illudere centinaia e centinaia di lavoratori che vengono spesso assunti grazie all’amicizia al potente di turno e poi vengono illusi che un giorno avranno il posto fisso. Chiaramente devono continuare a votare chi ha procurato il posto e per chi continua a promettere – come si faceva un tempo – che un giorno avranno il posto fisso. La Prima Repubblica con tutti i suoi vizi storici qui in Umbria sembra non finire mai e questo è il motivo per il quale ci opponiamo a queste logiche e riteniamo che questo non è il modo di portare l’Umbria fuori dalla crisi.

Raffaele Nevi – Presidente Gruppo PdL Regione Umbria

nota di Carmine Camicia: Stamani ho letto sulla stampa che era stato firmato un accordo alla regione che salvava 700 precari,  accordo firmato anche dai rappresentanti dei pensionati. Ebbene alla riunione io c’ero e l’accordo che ieri ho pubblicato non parlava di niente e nemmeno dei 700 precari. Le OOSS confederali ormai alla frutta hanno riferito alla stampa che l’accordo era stato siglato anche dai rappresentanti dei Pensionati, peccato perché  ieri alla riunione erano presenti solo i confederali,  ed il sottoscritto in rappresentanza della Confsal non ha sottoscritto l’accordo poiché era un contenitore vuoto e pericoloso altro che salvaguardare l’occupazione ma di questo ne riparleremo e il sig. Bravi della CGIL dovrà ammettere che l’assessore Tomassoni e’ stato più sveglio di lui. Se quelli del PDL fossero piu’ attenti, avrebbero potuto leggere l’accordo da me pubblicato su facebook ed inviato anche a Goodmorningumbria Umbria, accordo che il sottoscritto non ha firmato poiche’ vuoto di contenuti altro che salvaguardare 700 precari. L’unica certezza e’ che la Asl 2 ha preferito assumere l’ennesimo dirigente a discapito di qualche infermiere

About these ads

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.828 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: