L’insostenibile leggerezza dell’essere partito ha invaso il Pd

di Ciuenlai

Il paradosso proposto da Kundera esplicitato nella evanescente necessità di Bersani e soci di rintracciare un significato politico a “questa storia”, è venuto alla luce in questi giorni. Milano è uno spartiacque, la cartina di… tornasole che ha messo brutalmente in mostra tutte le contraddizioni che compongono il “mostro” veltroniano. Da una parte le primarie che consegnano al gruppo dirigente del Pd un messaggio chiaro (vogliamo programmi con più sinistra, vogliamo essere guidati da gente di sinistra ecc.), dall’altra gli ex Dc e gli amici di Uolter che si danno un gran da fare per dimostrare che la “vocazione maggioritaria del Pd” si esplica solo con il centro, anzi con il nuovo centro – destra di Fini e Casini. L’elettorato e la base marciano in un senso e loro chiedono il dietrofront al partito. Più lo dicono nonostante che tutti i sondaggi dimostrino che in caso di elezioni, la sinistra è, in questo momento, avanti e che può giocarsi la partita del governo. Invece si continua con la tiritera del “senza i moderati non si vince”. Ce lo ripetono da venti anni ed è appunto da 20 anni che perdono regolarmente. E anche quando vincono l’unica loro preoccupazione, per far contenti i poteri forti, come ha dimostrato oggi Travaglio sul Fatto, fanno solo cose di destra. Ma come si può sostenere “la sinistra non potrà mai vincere” se non ci si prova mai. Come si fa a prendere la laurea se si ha paura di dare gli esami?

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: