Lettera a Goodmorningumbria

di Luigi Fressoia – PG

L’istintivo fastidio di Fazio a dar voce ad altre narrazioni (Maroni, i pro-life) è dimostrazione solare che i media in mano ai compagni servono non all’informazione ma alla propaganda. Che mano a mano che conquistano spazi e reti li considerano proprietà esclusiva, finalizzata a scopi precisi, ad ampi disegni politici. Come una Gabanelli qualsiasi, che quando fa la puntata sul nucleare, si guarda bene dal dare spazio dignitoso a chi ne è favorevole, mossa dall’ansia del suo scopo. Le voci altre sono insopportabili perché rovinano l’ampio disegno, ritardano i tempi, inquinano le masse. Sta il fatto che la pacata, civile, ampia informazione è tutt’altra cosa. Senza Liberazione dei media l’Italia non sarà mai in grado di fare riforme, non sarà mai paese normale, sarà sempre paralizzato tra bianchi e neri.

Tag: , , ,

Una Risposta to “Lettera a Goodmorningumbria”

  1. Stelio Bonsegna Says:

    Caro Fressoia, hai fatto la scoperta dell’America!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: