I primi tre svarioni di una sinistra riesumata

di Andrea Di Sorte

Il primo errore clamoroso che ha fatto venire i brividi a tutti i cittadini di Milano, e forse anche a quelli dell’interland, è stato quello di Nichi Vendola, giunto dal Tavoliere delle Puglie per scongiurare dubbi e fugare le incertezze apparse evidenti in campagna elettorale. Ha preso la parola dal palco in piazza del Duomo poche ore dopo la vittoria di Giuliano Pisapia ed ha gettato la maschera: “Oggi cambia tutto – rivolto agli elettori milanesi –… È doloroso vivere in un Paese in cui improvvisamente appare Borghezio, poi torni a casa e ti ricordi che Gelmini fa il ministro. Però ti accorgi che oggi è cambiato tutto, che l’ipocrisia degli affaristi è stata battuta dalla mitezza di Pisapia… Una vittoria imponente, travolgente, un avviso di sfratto per chi occupa Palazzo Chigi. Ora mi aspetto le elezioni anticipate, perchè finisca un incubo… Ora abbracciamo i fratelli rom e musulmani”. Nella giornata di oggi non calate l’attenzione sui Tg o gli speciali televisivi perché potrebbe riapparire Vendola, magari parlando dei “fratelli abusivi”.

Il secondo scivolone lo ha fatto Bersani. Vi chiederete cosa può aver mai fatto dopo tutta quella baldoria di ieri… Ebbene sì, anche in un momento dove era impossibile sbagliare lui ci è riuscito. In conferenza stampa infatti, ha chiesto le dimissioni del Governo Berlusconi per la sconfitta del Pdl alle elezioni amministrative.

“Una nuova fase politica si apre con le dimissioni del governo e dopo le dimissioni la strada maestra sono le elezioni”

Come dire che Obama dopo aver perso la maggioranza alla Camera alle elezioni di medio termine (lo scorso anno, ricordate la sostituzione della Speaker obamiana Nancy Pelosi?) avrebbe dovuto dimettersi. Perché Bersani, che a tratti sembra il Barack de noattri, non ha chiesto proprio al Presidente americano un atto di coraggio? Perché non ha fatto a suo tempo un comunicato per chiederne le sue dimissioni? Come non lo ha fatto per Sarkozy o la Merkel che hanno subito sonore sconfitte elettorali belle principali città dei rispettivi paesi. Ma si sa, interpretare il Partito Democratico è mestiere arduo e complicato.

Terzo ed ultimo errore ascrivibile ad una stordita sinistra italiana è quello dei centri sociali. Devo ammettere, che qualche mese fa non avrei giudicato un atto dei centri sociali come errore politico, ma dopo la loro discesa in campo al fianco di Giuliano Pisapia sono a tutti gli effetti soggetto politico. Tal signori questa notte hanno assediato l’abitazione di Riccardo De Corato, vicesindaco di Letizia Moratti, a suon di minacce e fumogeni. Sono stati lì molte ore per cercare di turbare la vita familiare di un esponente politico milanese. “L’era Pisapia è iniziata la caccia all’uomo” ha detto il consigliere comunale. Bell’esempio di civiltà: mentre il neosindaco parlava di pace, amore, serenità e chiedeva di abbassare i toni, dall’altro lato della città un gruppetto di suoi sostenitori tornavano ad essere gli stessi di sempre. Mi domando come farà il Sindaco a tenere a bada tutti questi gruppi che siedono in consiglio comunale. Povera Milano… Nemmeno dodici ore e la sinistra ha già dato dimostrazione di quello che è in grado di fare. Le due punte di diamante hanno già fatto bellissimi autogol: Vendola e Bersani. Se a questo si aggiunge il tifo dei centri sociali, non posso esimermi da dire che siamo davvero tornati indietro, povera Italia

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “I primi tre svarioni di una sinistra riesumata”

  1. IleniaE Says:

    Su Vendola non c’è bisogno di aggiungere altro visto che si commenta da solo… Circa Bersani mi viene spontaneo confermare il mio pensiero e cioé che con l’invito che ha fatto a Berlusconi ha dimostrato ancora una volta che il suo fine primario non è il benessere dei cittadini, ma eliminare Berlusconi. E sono anche sicura di una cosa: la cara apparente unione tra centro-sinistra e terzo polo, una volta eliminato Berlusconi dallo scenario politico, sparirà in un lampo rimettendo ciascuno al proprio posto pronti a scontrarsi come hanno sempre fatto. Non capisco come si possa credere in questa loro coalizione.. mah…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: