Doping sui cavalli, condanne della magistratura

L’associazione U.N.A. (Uomo-Natura-Animali) Foligno esprime grande soddisfazione per la condanna dei 10 imputati coinvolti nell’inchiesta “Zodiaco”. Si tratta di una prima vittoria contro l’uso del doping sui cavalli e, in generale, un segnale forte contro i maltrattamenti sugli animali. Infatti, quanto avvenuto fra il 2005 e il 2006, nell’ambito dei Campionati Italiani Endurance e negli ambienti della Quintana, rappresenta un vero e proprio maltrattamento ai danni degli animali, costretti ad assumere farmaci in assenza di patologie e sostanze vietate, solo per accrescere la loro competitività durante le gare. Talvolta queste “bombe” medicinali hanno provocato gravi reazioni ai cavalli, con il rischio di compromettere in maniera seria la loro salute. Si tratta di animali trattati come macchine da corsa, oggetti usati per compiacere la smania di vittoria di qualche fantino o proprietario di scuderia.

E’ uno scenario sconcertante e crudo quello che emerge dalle intercettazioni telefoniche, che hanno permesso di evidenziare le responsabilità degli imputati. Bisogna essere forti di stomaco per sopportare il tenore di certe  conversazioni. E’ aberrante in particolare la condotta dei veterinari coinvolti, che hanno agito in base ad interessi molto lontani da quelli dell’animale. Alla faccia del giuramento di Aristotele.

Grazie all’avvocato Gianfranco Angeli, che ci ha assistito durante il processo e ha creduto fortemente in questa battaglia, proseguiremo il percorso verso il raggiungimento di una maggiore sicurezza nell’ambito dei controlli anti-doping. Chiederemo infatti, insieme alla Lav, un incontro con il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, e il Sindaco di Foligno, per definire un protocollo più efficace contro il reiterarsi di certi atti fraudolenti, come ad esempio l’identificazione del cavallo con un microchip anziché “a vista”, come invece è avvenuto fino ad ora. Proseguiremo in questa lotta, avviata nel 2007 dalla nostra ex presidente Franca Stoppi, recentemente scomparsa, per garantire il benessere degli animali coinvolti loro malgrado in competizioni e palii.

Siamo rammaricati che Ente Giostra e Comune di Foligno si siano tirati fuori dalla vicenda. Un comportamento di tale gravità, da parte di personaggi che gravitano intorno ad una delle manifestazioni più importanti della città, meritava almeno un commento di biasimo.

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: