“CASE DI RIPOSO LAGER… ALLARME IN UMBRIA… I DATI METTONO PAURA”

Strutture non conformi,26 sanzioni amministrative e ben 100 sanzioni penali , 2 arresti su 14 in tutta Italia , 34 provvedimenti di chiusura su 150 provvedimenti analoghi adottati su scala nazionale . Nell’assistenza agli anziani brilla per inefficienza la socialmente evoluta Umbria. E’ più di un allarme ed è squillato assordante alcuni giorni fa quando il comandante dei Nas, Cosimo Piccinino, ha riferito nel corso dell’audizione davanti la commissione di inchiesta del Senato sui risultati dei controlli effettuati nelle RSA (Residenze sanitarie assistenziali) e nelle strutture ricettive per la terza età . L’Umbria rispetto alle altre regioni Italiane si distingue in negativo, al punto che al termine dell’incontro in Senato il presidente della commissione Ignazio Marino, ha sottolineato come sia rimasto sorpreso delle irregolarità in regioni annoverate come virtuose in sanità, l’Umbria e le Marche . Residenze sanitarie assitenziali (quelle che ricevono i maggiori controlli dalle asl e con gli accreditamenti di massimo livello ) hanno ricevuto 4 provvedimenti di chusura su 8 a livello nazionale e 8 segnalazioni giudiziarie . Per quanto riguarda le Strutture ricettive per anziani su 288 verifiche sono state riscontrate ben 102 irregolarità ,con ben 100 sanzioni penali. In 2 casi sono scattate le manette e ben 54 segnalazioni all’autorità giudiziaria . In Umbria i provvedimenti di chiusura sono stati 34, record nazionale solo avvicinato da Lazio (26),Campania (25),Sicilia (23). I membri della commissione di inchiesta del Senato sono rimasti basiti davanti le parole del generale Piccinino il quale ha sottolineato che emerge una situazione drammaticamente allarmate .”…..

Giuseppe Silvestri – Corriere dell’Umbria

Commento di Silvana Di Modena: E non dimentichiamo i fatti allucinanti accaduti lo scorso anno ad Umbertide : Anziani e disabili usati come cavie in una struttura riabilitativa della ASL .
Per questa vicenda è  in corso un procedimento giudiziario presso  il tribunale di Perugia.

Commento di Romina NardielloChe vergogna !! Se controllassero  di più sarebbe una strage per tutte queste strutture non regolari , è necessaria più autorità e forza pubblica, ormai nessuno si  spaventa più di  niente ! Troppe cose brutte succedono,  e’ giusto che la gente lo sappia, grazie Goodmorningumbria! Le sbandierate  riforme forse servono a fare risparmiare,  ma cosi nascono strutture non adeguate ai servizi che dovrebbero  erogare. Ma la domanda arriva maligna nella mia mente, c’è  forse un calo inaccettabile del livello di civiltà? Avrei  solo bisogno di capire a cosa stiamo andando incontro in questa regione. Grazie

Ommento di Ombretta Versiglioni. Orrore, lo scorso anno percorrevo una strada tutte le mattine ed ogni volta mi prendeva  l’ansia….avevo paura di sentire gemiti e urla che provenivano da dentro un luogo simile, e un  giorno sentii la necessità di fermarmi ed ascoltare meglio. e grande fu la voglia di sfondare quella porta immensa, cominciai  a piangere per la rabbia e l’emozione, arrivai tardi al lavoro, e per non averlo fatto dopo mi sentii più stronza di prima….

Commento di Gianluca Cirignoni: La sinistra umbra si preoccupa tanto per il benessere degli stranieri e si dimentica dei nostri anziani …VERGOGNA. Domani presenterò un’interrogazione in Consiglio regionale per riportarli alla realtà e chiedere interventi specifici per sanare questa inaccettabile situazione.

Commento di Paola De Bonis: la scorsa settimana ho chiesto al presidente della terza commissione provinciale di organizzare un incontro ad hoc sulla situazione delle case di riposo nella provincia di Perugia. E’ necessario fare luce su queste vicende vergognose. Saranno invitati tutti i soggetti interessati e chiederò chiarimenti in merito

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

18 Risposte to ““CASE DI RIPOSO LAGER… ALLARME IN UMBRIA… I DATI METTONO PAURA””

  1. Silvana Says:

    E non dimentichiamo i fatti allucinanti accaduti lo scorso anno ad Umbertide : Anziani e disabili usati come cavie in una struttura riabilitativa della ASL .
    E’ in corso il processo al tribunale di Perugia .

    "Mi piace"

  2. l'angelo del signore Says:

    CREDO CHE L’UMBRIA NON BRILLI AFFATTO PER LA BELLEZZA O LA BRAVURA DELLA SANITA’ ANZI , L’OSPEDALE SILVESTRINI BRILLA DI INEFFICENZE E SOTTERFUGI , PER NON PARLARE DELLE SITUAZIONI DEI DISABILI IN TUTTA LA REGIONE SOPRATTUTTO LA PROVINCIA DI PERUGIA , C’è SOLO DA DENUNCIARE IN TANTI E TOGLIERE IL LAVORO A CHI LO FA’ A DISCAPITO DEI DEBOLI E GIA SOFFERENTI !

    "Mi piace"

  3. Teresa Lacentra Testa Says:

    L’umbria non è come vogliono dolosamente farla apparire, l'”eccellenza” della sanità… ma dove ? dove?
    un giro negli organi preposti e si apre uno scenario Vergognoso!
    è bene che si inizi a fare la Vera Informazione, staccare quel deretano grasso dalle comode poltroncine e fermare gli illeciti guadagni!
    dietro questo apparente fiore all’occhiello c’è un enorme business che interessa troppe caste!!
    nella mia esperienza ho visto e vedo tanto marciume che oramai soffro di “nausea cronica”!
    ma nonostante tutto mi otturo il naso e continuo imperterrita a denunciarli!
    ma bisogna farlo in tanti, bisogna che il cittadino non si senta più solo.
    ora mi chiedo come finirà??
    così come i 1057 indagati e/o arrestati del 2007 ?
    che sono sempre nelle loro “miniere”?
    è giunto il momento di dire BASTA!!

    "Mi piace"

  4. Sandro Says:

    Una delle tante vergogne italiane!!!

    "Mi piace"

  5. M.R. Says:

    Oltre ogni previsione direi ,si sapeva che la situazione in Umbria fosse pesante ,si conoscevano le connivenze tra politici e il sistema delle coop che gestiscono insieme a onlus varie molte strutture ma che l’inchiesta parlamentare evidenziasse una simile bruttura nessuno lo poteva immaginare .
    Mi pare chiaro ancvhe il motivo per il quale l’Umbria è l’unica regione Italiana a non erogare gli assegni di cura ….Lo scopo ? Non sottrarre i lauti guadagni ,grazie ai fondi pubblici,ai gestori dei vari lager per disabili e per anziani presenti sul territorio regionale !

    "Mi piace"

  6. Carla Says:

    Direi che se certi posti maledetti debbano esistere la necessità di mettere telecamere operative 24 su 24 sia indispensabile !
    E’ poi fare chiarezza sulla gestione e le connivenze tra gestori e politici considerato le centiana di milioni che solo in Umbria entrano ogni anno in questi tuguri !!!

    "Mi piace"

  7. Stefano M. Says:

    L’umbria è diventata qualcosa di maleodorante dal quale star ben lontano ,indici di criminalità tra i più alti d’Europa e livello dei servizi da terzo mondo ,in pratica un terzo delle violazioni ,delle denuncia e delle irregolarità riscontrate dai Nas ai danni dei poveri ospiti delle RSA provengono da questa regione ,come se in rapporto al resto della nazione l’Umbria avesse 20 milioni di abitanti invece che 890.000 !

    "Mi piace"

  8. ottavio Nulli Pero Says:

    Non avrei mai immginato una simile situazione. La cosa migliore credo sia quella di dare più assegni di cura per poter lasciare i disabili preso le proprie abitazioni e chiudere queste strutture che troppe sopravvivono sullo sfruttamento degli anziani, dei lavoratori spesso mal pagati ,incapaci e raccomandati. Gli anziani o non autosufficienti hanno diritto di vivere vicino ai propri cari, solo quando nessuno si prende cura degli stessi allora si può pensare a case di riposo o altro;ma debbono essere controllate continuamente. Ma poi ;non costa meno,lasciarli a casa , lascirli curare o aiutare dai propri famigliari che tenerli ricoverati in posti dove costa più l’apparato che gli il mantenimento dei ricoverti?
    Provate a fare quattro conti?

    "Mi piace"

  9. Benedetta Scaglioni Says:

    E’ INAUDITO QUELLO CHE SUCCEDE IN QUESTE COSIDETTE CASE DI CURA PER ANZIANI -INVECE DI PRENDERSENE CURA, SONO USATI, SI USATI COME CAVIE DA ESPERIMENTO- E’ EVIDENTE CHE QUESTI ANZIANI SONO ABBANDONATI DAI PARENTI ,ALTRIMENTI SI AFFRETTEREBBERO A TOGLIERLI E DALLO STATO ,IL QUALE AIUTA SOLO CHI FA CHIASSO ,CIOE’ GLI STRANIERI — – STATO SE CI SEI AIUTALI—-

    "Mi piace"

  10. gianni bulletti Says:

    ci lamentiamo ed è giusto, ma i nomi e cognomi perchè non c’è il coraggio di metterli in evidenza. Questi soggiorni per anziani o case di riposo vogliamo, invece che fantasticarli tra le righe, metterli a nudo scrivendo chi sono e dove sono, solo così possiamo difenderci e se necessario aggredire

    "Mi piace"

  11. anselma Marcucci Says:

    non c’è da meravigliarsi,io ho lavorato in ospedale psichiatrico, e se fosse passato allora Marino avrebbe visto l’orrore, estate ed inverno le pazienti sempre seminude una camicia di cotone e una schifosissima vestaglia, era tutto il loro vestiario 4 o 5 maglie x 18 0 25 pazienti, mutande neanche a parlarne calze neppure,in compenso si prelevavano i loro denari x comperare le cucine di truciolame e si “buttavano” quelle di acciaio inox,anzi venivano portate nelle feste dell’unità e poi come x magia scomparivano, questa è la sinistra umbra, se il cittadino la conoscesse da vicino,non la vorrebbe neanche in foto.

    "Mi piace"

  12. carla Says:

    mi unisco anche io, mia madre è dentro ad una struttura e non la seguono come dovrebbero, nessuno li controlla e agiscono come meglio credono, io da parte mia mi sono rivolta ad associazione del malato e Direzione sanitaria che dirige le strutture sanitarie di Bologna e poi spero che non si sparga altro male alle persone lasciandole vivere serene fino al loro corso naturale salvaguardandole con coscienza umana.

    "Mi piace"

  13. Erika Says:

    Sono un operatore socio sanitario , tutto questo nn mi meraviglia per niente , mi da solo più forza per realizzare il mio sogno una casa di accoglienza di serie A , sono molti anni che faccio questo lavoro credo proprio che in Umbria ci sia bisogno di questo…Qualità. Molti credono che Casa di riposo sia sinonimo di amorevolezza ospitalità e professionalità , ma pochi loro malgrado sanno che spesso fa sinonimo con politica,arroganza,incomprensione in una parola SOLDI.

    "Mi piace"

  14. Gabriella Quagliarini Says:

    dico solo che come moglie di un disabile ho chiesto aiuti ai servizi sociali ma la risposta è stata che il reddito fa cumulo con l’accompagno e per ciò si supera la somma di accessibilità per avere un aiuto anche di poche ore al giorno…..grazie stato ITALIA e a chi ti governa facciamo schifo

    "Mi piace"

  15. mara Says:

    noi stiamo subendo degli illeciti da parte degli assitenti sociali ,mia madre invalida grave al100% mesi fa si riunì la commissione uvg volevano metterla in una rsa noi figli ci siamo rifiutati ….siamo stati minacciati, o la rsa oppure non vi diamo nessuna assitenza ….gli avevano dato alta intensità per la rsa …ora è diventata media intensita perchè noi chiediamo assitenza domiciliare….quella della commissione uvg ancor prima di riunirsi con i suoi colleghi mi ha dato la conferma che non ci aiuteranno ridendo…altro che assitenti sociali delinquenti statali mafiosi….mia madre rientrava come reddito ,come patologie gravissime,questi sono ragionieri dello stato..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: