PERUGIA. Se un acquazzone paralizza un’intera città…qualcuno dovrà intervenire o no?

di Geraldina Rindinella

Nel tardo pomeriggio di ieri si è abbattuto un violento nubifragio sulla città che ha portato, in men che non si dica, al collasso della rete fognaria con tombini saltati ovunque e forazze che si sono trasformate in fontane di acqua zampillante. I risultati, come accade ogni qualvolta che si verifichino copiose precipitazioni, sono stati pericolosi allagamenti e conseguente caos lungo le principali arterie di Perugia (via Settevalli, per citarne una) che, in meno di un quarto d’ora, hanno paralizzato il traffico urbano. Mi viene da porre un quesito ai lettori e alle istituzioni locali. Vi siete accorti che questa situazione va avanti da molto tempo e che, in primis, nessun sindaco abbia mai cercato di porre rimedio alla questione? Se poi, nello specifico, parliamo delle condizioni del manto stradale, c’è da aprire un capitolo a parte data la presenza di crateri, a volte vere e proprie voragini che continuano a fare bella mostra lungo la maggior parte delle strade cittadine. Mi domando perchè, quando capita di parlare con i perugini, tutti mostrano disgusto su certe tematiche, come quelle riguardanti la scarsa sicurezza dell’Acropoli e di alcune zone franche urbane, tra l’altro oggetto di fresca discussione con il Ministro Cancellieri, e non ci sia altrettanta indignazione anche su tutto il resto che non funziona? Perchè tutti coloro che dicono di non tollerare più le decisioni sbagliate prese dalla Giunta, sono poi i primi a non fare nulla e ad accettare passivamente il corso degli eventi? Per fortuna, nelle altre città le coscienze si stanno muovendo e si respira aria nuova, a partire dalle elezioni di personaggi magari estranei alla politica, ma con una gran voglia di cambiamento e di iniziative per il bene della collettività. Personalmente, da cittadina e perugina, sono stanca degli sprechi di denaro pubblico per opere inutili quando ci sarebbero priorità ben più importanti, e spero che anche voi lo siate. E’ arrivata l’ora di una svolta decisiva anche per il futuro di Perugia.

Nota di redazione: qualcuno, celiando, suggeriva di cambiare la Parigi-Dakar con la Perugia-Dakar, vista la situazione delle strade della nostra città quelle parole sono state quasi premonitrici. Sempre … per celia, hai visto mai che succeda davvero?

Tag: , , , , ,

Una Risposta to “PERUGIA. Se un acquazzone paralizza un’intera città…qualcuno dovrà intervenire o no?”

  1. Stelio Bonsegna Says:

    Purtroppo le prossime amministrative, qui a Perugia, sono ancora lontane, pertanto la presa in giro di inizio lavori è ancora lontana.
    Credo sia ora che i Perugini si sveglino, una buona volta, perché lo stato di cattiva manutenzione delle strade, tengono lontani anche i turisti, oltre a procurare danni alle auto degli stessi cittadini.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: