10 Agosto, la Famiglia Perugina festeggia San Lorenzo

Come da tradizione da quando la Famiglia Perugina e’ stata costituita, (1957), ogni anno i principali incontri conviviali della Associazione avvengono in occasione delle ricorrenze dei Santi Patroni della Citta’, e questo per suggellare il legame fra gli aspetti religiosi e civili, anche profani, che tengono insieme da secoli la comunita’ cittadina. A proposito di Santi Patroni ogni volta che si celebra una delle tre ricorrenze riemerge l’antico quesito: chi e’ l’autentico Patrono di Perugia: lo stesso Lorenzo, Costanzo o Ercolano? In effetti, ad essere esatti, ce ne sarebbe e comunque ce ne era ancora un quarto: Ludovico. Chi scegliere tra tanti?

La scelta non e’ facile: pur tralasciando Ludovico, che tra l’altro era Francese, Costanzo e’ il piu’ simpatico, grazie al torcolo ed all’”occhiolino”; Ercolano forse il piu’ degno, essendosi sacrificato, oltre che per la sua fede, per la difesa della sua e nostra citta’; Lorenzo a sua volta, e’ il più da Cattedrale. Ebbene, lasciando accapigliarsi storici e teologhi, teniamoceli tutti e tre : lasciamo che almeno in questo ci sia abbondanza.

Dopotutto c’e’ qualcosa che li accomuna e li rende emblematici: l’essere tutti e tre martiri. Non è del resto casaule che Perugia abbia scelto a suoi Patroni soltanto Martiri e addirittura in numero di tre: evidentemente identificava il proprio ruolo nella disponibilita’ a sacrificare, se necessario, la vita, a difesa dei propri ideali, delle proprie convinzioni, della propria dignita’: non vocazione all’eroismo ma coerenza e coscienza di uomini veri. Se mai ci sarebbe da rilevare la sproporzione che c’e’ tra i tanti Patroni che Perugia ha in cielo ed il nessuno che ha mai avuto in terra. Ma anche questa, dopotutto, è una patente di indipendenza.

L’incontro conviviale avvenuto venerdi 10 agosto, a cui la Famiglia tiene in modo particolare,ha avuto il suo svolgimento in modo articolato e suggestivo: la tradizionale cena preparata dalla Osteria del Donca è stata servita in un luogo ed uno scenario incantevole: villa Montemalbe (o villa Galletti), in un magnifico gazebo con vista su Perugia , allietata dalla presenza di Mariella Chiarini ed il musicita Anton Giulio Perugini che hanno presentato un intervallo teatrale e musicale “Alziamo i calici”. Il prof. Franco Mezzanotte ha intrattenuto gli oltre 140 presenti con “divagazioni storiche su Montemalbe, il Convento ed il Romitorio”, il musicista Andrea Ceccomori con il suo flauto ha regalato un saggio di notevole interesse , dando una anticipazione del concerto che terra’ al Lyrick di Assisi il 21 di settembre insieme al contrabbassista Milton Masciadri e Umbria Ensemble, con la collaborazione e la partecipazione dell Famiglia Perugina e con il patrocinio dell’Unesco di Venezia.

Una impeccabile serata che il Presidente della Famiglia Arch.Giovanni Brozzetti ha voluto sottolineare, nella convinzione che questa Associazione raccoglie consensi sempre maggiori e convinti da una vasta platea di perugini, oggi oltre 280 iscritti.

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: