La BCE di Draghi non ci salva, ci svende.

Dietro l’annuncio da parte della Banca Centrale Europea di acquistare solo i titoli di stato a breve scadenza, non si ravvede la volontà di ridare liquidità all’Italia facendo ripartire economia, consumi e invertendo il dato della disoccupazione, anzi pare piuttosto che si sia messa in atto una precisa strategia, anche se l’annuncio ha ridato fiducia alle borse e fatto calare il fatidico spread.

La selezione operata dalla BCE riguardo i nostri titoli, infatti, scegliendo quelli con scadenza triennale, prevede automaticamente che per quelli decennali ci sia invece la necessità, da parte dei paesi in crisi, di dover ricorrere al famoso “scudo anti-spread” che obbligherà gli Stati più indebitati a mettere in atto misure ancor più restrittive creando un ulteriore aggravio del deficit pubblico e, nel caso dell’Italia, alla definitiva svendita della propria sovranità.

La BCE, in questo frangente, stà infatti fungendo da subdolo traghettatore degli Stati fortemente indebitati verso l’accesso al “fondo salva Stati” avallando, nel contempo, con le sue azioni l’istituzionalità del Fiscal Compact che delimita la capacità di spesa di ciascun paese.

Pertanto, l’aggravarsi della crisi economica, l’assoluta assenza di misure strutturali atte a far ripartire l’economia reale, l’opprimente ipertassazione, l’evidente volontà di non tagliare privilegi e sprechi, frutto delle sconsiderate politiche del Governo Monti, porteranno in futuro ad avere una contrazione del PIL ben superiore a quella prevista all’1,7% dallo stesso Monti.

Quindi non possiamo non rilevare che sia i salvataggi finanziari della BCE che quelli normativi del Governo, sono entrambi destinati a durare brevemente, mentre certa, a questo punto, sarà la necessità di ulteriori misure restrittive che, per salvare Europa ed euro, Francia e Germania sicuramente richiederanno all’ Italia.

Anzi, è proprio dietro queste annunciate misure salvifiche di Draghi, dietro le rassicurazioni delle ultime ore di Monti, che si nasconde la mal celata volontà di giungere alla definitiva spoliazione della ricchezza nazionale e della nostra sovranità, costringendo l’Italia ad accedere al “FONDO SALVA STATI” o MES con buona pace dello stesso Monti e di tutti quei politici che continuano ad appoggiarlo, complici delle menzognere rassicurazioni che tutto ciò non sarebbe mai accaduto.

Stefania Verruso – Segretario regionale La Destra

nota di redazione: Non si vuole essere pessimisti a tutti i costi, ma forse una riflessione è d’obbligo, chi detiene titoli di stato italiano con scadenza oltre i 3 anni farà di tutto per venderli e convertirli con quelli a 3 anni che hanno la garanzia europea. E’ una malignità?

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: