Stop ai balzelli su acqua ed energia !

di Carla Spagnoli

Nonostante le continue e giuste proteste dei cittadini contro l’applicazione di un deposito cauzionale sui contrati di utenza per il servizio idrico, Umbra Acque non demorde! La preoccupazione dell’Ente non è rivolta ad eliminare le spropositate perdite causate da acquedotti “colabrodo”. La politica aziendale mira a “far cassa”: prima tartassando gli utenti con aumenti delle tariffe; poi con l’introduzione del deposito cauzionale. Il Tribunale di Perugia, con propria sentenza, ha definito vessatorie le clausole che obbligavano tutti i clienti al versamento della cauzione al momento della stipula del contratto. Umbra Acque ha impugnato la sentenza per non essere costretta a rimborsare quanto già incassato! I cittadini sono preoccupati. Un gruppo di giovani di Casa Pound, sotto una pioggia battente, ne ha messo in evidenza la protesta occupando simbolicamente e pacificamente Umbra Acque. In questo momento di gravissima crisi economica occorrono azioni di sostegno e non ulteriori “prelievi”! Ora l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas estende il deposito cauzionale a tutti i clienti anche per i contratti già stipulati. Un’altra stangata! Ci auguriamo che a questo punto il Governo vi ponga rimedio !

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: