L’Umbria non può permettersi lo “spezzatino” delle acciaierie

La vicenda Outokumpu e il tentativo di spacchettamento della ex Thyssen rappresenta la goccia che fa traboccare il vaso e che dovrebbe convincere il governo regionale ad aprire con il governo “la vertenza Umbria”. Se il disegno dovesse compiersi quello della desertificazione produttiva per l’Umbria non sarà più solo un incubo ma la realtà. Dopo la chiusura della Merloni, di decine di aziende meccaniche e del tessile, la drammatica crisi del settore edile, l’Umbria non può permettersi lo “spezzatino” delle acciaierie. Non c’è più tempo da perdere e la Presidente Marini alzi la tenda fuori palazzo Chigi e mandi qualcuno a fare altrettanto a Bruxelles.

Maurizio Ronconi

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: