Musica: l’Urban per una notte si tinge di bianco e nero

Venerdì 2 novembre un Friday I’m in Rock come non lo avete mai visto. Vi sembrerà di essere sospesi tra un film di Quentin Tarantino e un Horror anni ’70. LA NOCHE DE LOS DISCOS VIVIENTES, l’Urban per una notte si tinge di bianco e nero.

Sul palco, direttamente dalla Finlandia : THE MUTANTS

La Scandinavia non smette di sorprenderci, ed ecco infatti un nuovo combo folle proveniente dalla Finlandia, Helsinki per la precisione. The Mutants sono una chirurgica band che frulla soul, funk e musica da poliziottesco in maniera impeccabile. Attitudine da party, concerti che sono vere e proprie feste vintage e post moderne, tre album e svariati sette pollici e quant’ altro. Musica per divertirsi, ed in tempi cupi cosa si può chiedere di più? No… Un’ amaro no! Più rock ‘n’ roll e soul sì!

AFTERSHOW BY FAB. – NIKTHEASS & a very special Guest Mr. WILD LEX

Sabato 3 novembre il concerto del gruppo che ha portato ai massimi livelli il post rock in Italia. On stage i Giardini di Mirò.

All’indomani dalla ristampa di “Rise and Fall of Academic Drifting” (rimasterizzato dai nastri originali) contenente anche come bonus cd “Academic Rise of Falling Drifters” (pubblicato il 21 settembre scorso da Santeria/Audioglobe) e reduci dalla stagione estiva appena trascorsa, ecco tornare sui palchi di tutt’Italia i Giardini di Mirò nella cui line up canterà Laura Loriga (Mimes of Wine) seguendo la band in alcune delle date del tour autunnale aprendone i concerti con i Mimes of wine, il cui nuovo album verrà pubblicato da urtovox il prossimo 9 novembre.

Il nuovo disco “Good luck”, registrato a San Prospero di Correggio, non lontano da dove i CCCP registrarono “Epica Etica Etnica Pathos”, ha il sapore di questa terra, delle sue collocazioni, degli spazi vuoti, delle linee rette, dei parallelismi voluti e involontari, tra un casolare, una latteria, una porcilaia. Insieme a loro sul palco i Mimes of Wine. A tre anni dall’uscita di Apocalypse sets in, i Mimes of Wine propongono un secondo lavoro, Memories for the unseen di certo molto più potente, asciutto e diretto del precedente. Dodici brani scritti da Laura Loriga tra Los Angeles e Bologna tra la fine del 2010 e l’inizio del 2012, tra una solitudine di piano e voce e un dialogo ravvicinato con i musicisti della band:Stefano Michelotti, Luca Guglielmino, Matteo Zucconi, Riccardo Frisari.

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: