Teatro: In scena al Subasio lo spettacolo “L’angelo dell’inverno”

Venerdì 15 febbraio alle 21,15 al teatro Subasio andrà in scena lo spettacolo “L’angelo PONTEDERA Angelo Inverno
dell’inverno” di Pontedera teatro. Si tratta di un lavoro basato su un atto unico di Anton Cechov: Il canto del cigno. Questa piccola opera, nella sua apparente semplicità, contiene una sfida potente per l’attore: lo costringe a fare i conti con le questioni essenziali del suo mestiere e lo pone di fronte alla sua condizione. Un vecchio attore, si ritrova da solo, di notte, nel teatro deserto. Si è addormentato in camerino dopo lo spettacolo. La solitudine e lo smarrimento di fronte a questa situazione lo spaventano. “È semplice pensare che all’attore venga così, come servito su un vassoio, ma non è così facile, non è facile…” E che cosa non è facile? In che cosa consiste il lavoro di un attore? Con queste domande ho intrapreso il mio viaggio verso lo spettacolo, con un grande desiderio di incontrare in me qualche risposta sincera. L’Angelo dell’inverno è un’intensa confessione, e insieme uno struggente atto d’amore di un’attrice per il proprio mestiere.

Per informazioni su abbonamenti e biglietti telefonare a Fontemaggiore 075 5286651 o al Teatro Subasio (tel. 0742 301689 solo il giorno dello spettacolo dalle ore 17), o consultare il sito http://www.fontemaggiore.it.

 

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: