ANCORA UNA MAGICA “NOTTE BIANCA” AL LICEO “JACOPONE DA TODI”

La seconda “Notte Bianca” al Liceo “Jacopone da Todi” del 18 maggio 2013 è stata ancora una volta una notte di magia e di incanto, con una entusiasmante partecipazione di pubblico, che ha così dimostrato il suo grande affetto per il nostro Liceo. L’attenzione e l’entusiasmo degli spettatori sono un segnale davvero confortante, perché indicano che nella nostra condizione umana è presente con forza e passione l’anelito alla ricerca del bello che perdura oltre il passeggero fluire degli eventi, in quanto la bellezza travalica il tempo e ci introduce alla dimensione dell’eterno che è in noi.

Il nostro “Sogno di Primavera”, iniziato con un omaggio al memorabile discorso di Martin Luther King “I Have a Dream”, letto da Leonardo Scimmi, si è “dipanato” dedicando la prima Scena alla musica come “sogno di bellezza”, con l’emozionante e coinvolgente esibizione di grandi artisti e di brillanti giovani musicisti della Scuola media “Cocchi-Aosta” e del nostro Liceo, da Sarah Minciotti, accompagnata dalla chitarra di Simone Gubbiotti, ai musicisti in erba Margherita Biscaroni, Guido Boccali, Caterina Buoiano, Andrea Dominici, Alejandra e Pierina Rivas, Chiara Tordo Caprioli, Maks Yaku, al “Duo Sator” con Francesco Di Giandomenico alla chitarra e Paolo Castellani al violino, a Natalia Benedetti al clarinetto in “Dialoghi”, su testi recitati dal nostro allievo Vittorio Scanu, a Francesca Mignogna (voce e chitarra classica) in “La canzone classica napoletana e non solo…”. Una grande, vibrante “onda” musicale ha dunque avvolto il pubblico e lo ha incantato con bellissime melodie dettate dalla passione per la musica e per la sua struggente bellezza.

Nella seconda Scena, il “Sogno di Primavera” ha proposto con notevole successo un’azione teatrale, scritta appositamente per la “Notte Bianca” da Sergio Guarente, con la parte musicale curata da Giulio Castrica, dal titolo “L’anima del sogno o il sogno dell’anima: Freud vs Jung”, dedicata al complesso rapporto umano e professionale tra il fondatore della psicoanalisi Sigmund Freud e il suo più brillante allievo, Carl Gustav Jung; sulla scena, hanno agito i bravissimi attori Alessandro Panini Finotti (nella parte di Freud), Giacomo Troianiello (nella parte di Jung) e Filippo Bossi (nella parte del Narratore).

La terza Scena, dal titolo “Il sogno di Astolfo – Sogno o realtà?”, è stata dedicata all’osservazione astronomica della Luna, di Saturno e delle costellazioni, nella magica atmosfera del chiostro del Liceo, attraverso il telescopio del nostro Istituto, sapientemente manovrato dal Prof. Benedetto Scimmi.

Nella quarta Scena, dedicata a “La Tertulia di Primavera: il libro dei vostri sogni”, quattro appassionati studenti del nostro Liceo (Lisa Bresciani, Roberta Marconi, Perla Passagrilli, Vittorio Scanu) hanno presentato al pubblico un affascinante romanzo intitolato “La fine delle stagioni”.

Nella quinta Scena, dal titolo “Il sogno e la vita: Laboratorio di disegno onirico”, è stata proposta dal Dott. Federico Pettinari, con grande successo, una inedita e innovativa tecnica che utilizza il disegno e la musica per portare alla luce il nostro mondo simbolico, con gli stessi meccanismi che producono i sogni.

Nel frattempo, il “Sogno di Primavera” ha ospitato una interessante e profonda mostra fotografica, curata da Carolina Giannini, e intitolata significativamente “Trasogno…”.

L’Appendice “Alla Mezzanotte: i profumi del sogno” ha permesso al pubblico di vivere un piacevole momento gastronomico, nel segno della convivialità e del piacere dello stare insieme.

E infine, la Conclusione del “Sogno di Primavera” ha omaggiato ancora la musica regalandoci calde emozioni con la chitarra classica, e precisamente con la nostra allieva Anna Boccali e Giulio Castrica.

Questa sintetica illustrazione dei momenti del “Sogno di Primavera” indica la ricchezza e la varietà degli eventi di questa bellissima “Notte Bianca”, segno evidente del talento creativo e della passione per la cultura del nostro Liceo; la presenza di tanti allievi ed ex-allievi tra i protagonisti del “Sogno di Primavera” sottolinea la profondità e la risonanza del messaggio culturale e umano del Liceo, che riesce con la sua appassionata attenzione alla persona a nutrire la mente e a scaldare il cuore della nostra comunità, che nel Liceo ritrova le ragioni dell’amore disinteressato per la magnifica avventura della conoscenza e della bellezza.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

(Prof. Sergio Guarente)

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: