Varasano e Romizi (Pdl): “Si faccia piena luce sul caso-Lorenzetti. I contenuti delle intercettazioni sono inquietanti”.

riceviamo e pubblichiamo

Fino all’ultimo grado di giudizio, ogni cittadino – che si chiami Bianchi, Rossi, Del Turco, Fiorito o Lorenzetti – è innocente. E in quanto tale va preservato da ogni forma di linciaggio mediatico. Cionondimeno, – sostengono Varasano e Romizi – le intercettazioni pubblicate dalla stampa, nazionale e locale, inerenti, tra l’altro, presunte raccomandazioni per esami universitari, meritano di essere chiarite il prima possibile. Va fatta piena luce nell’interesse dell’Umbria, dell’Università di Perugia e del Comune capoluogo, impegnato nella candidatura a capitale europea della cultura. Se ciò che emerge da quelle inquietanti intercettazioni venisse confermato, ci troveremmo di fronte ad una situazione di una gravità inaudita. I cittadini dell’Umbria meritano di sapere come ha effettivamente gestito il potere chi li ha governati per tanti anni. I giovani che studiano e che hanno studiato, profondendo il massimo impegno, meritano di sapere se sono stati scavalcati ingiustamente.

Il nostro garantismo – concludono Varasano e Romizi – non ha steccati, che si parli di destra o di sinistra. Ma anche il nostro desiderio di verità e di chiarezza non può avere né remore né tentennamenti. Si faccia luce il prima possibile. Per il bene di chi è coinvolto, per il bene di Perugia e dell’Umbria

.

Tag: , , , ,

2 Risposte to “Varasano e Romizi (Pdl): “Si faccia piena luce sul caso-Lorenzetti. I contenuti delle intercettazioni sono inquietanti”.”

  1. luciano Says:

    GIUSTISSIMO !!

    "Mi piace"

  2. Giuliano Cianelli Says:

    Condivido le perplessità espresse dai Consiglieri Varasano e Romizi, anche se questi scandali, non devono emergere soltanto in coincidenza di prossime campagne elettorali, che sia da un fronte che dall’altro si attivano, facendo a gara di scoprirli e denunciarne sia all’opinione pubblica che alla Magistratura, per tenere alta la tensione qualche settimana e poi scoppiare come le bolle di sapone. Non dovrebbe essere l’opposizione di un governo locale a vigilare costantemente sull’operato degli amministratori di turno contrastandoli fino in fondo quando agiscono nella illegalità e libero arbitrio degli interessi pubblici ? La vicenda Lorenzetti, non è un caso isolato di abuso per interessi di bottega. Il caso del pensionato d’oro Avvocato e Dirigente comunale è ancora più grave, se pure giustificato da regole e procedure contrattuali, si configura come uno sperpero di danaro pubblico a danno non solo dei cittadini ma anche di tutti i dipendenti pubblici, che pur svolgendo il loro dovere al servizio dell’ amministrazione, non sono gratificati con tanta offensiva generosità, del Principe di turno. Un invito particolare al Consigliere Romizi di non mollare su queste vicende ora, durante e dopo la prossima campagna elettorale.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: