Città di Castello: Il saldo della prima rata della Tares possibile fino al 31 ottobre

In questi giorni sta arrivando nelle case dei tifernati la prima fattura del 2013 del Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares), che sostituisce dal primo gennaio di quest’anno la Tassa sui rifiuti solidi urbani (Tarsu).

Sogepu, che gestisce la tassa in convenzione con il Comune di Città di Castello, precisa che, come indicato nella comunicazione allegata alla fattura, il pagamento della prima rata, in scadenza il 15 ottobre in base al regolamento comunale, sarà possibile fino al 31 ottobre, senza oneri aggiuntivi a carico degli utenti, mentre la seconda rata scadrà il 15 dicembre.

Il saldo dell’importo indicato dovrà essere effettuato presentando in banca o all’ufficio postale il modello F24 recapitato a domicilio.

Le somme da versare con le prime due rate sono calcolate ciascuna in misura pari a un quarto della Tarsu dovuta per il 2012, con l’aggiunta all’importo della tariffa del Tributo provinciale (5 per cento), ma senza più l’applicazione dell’ex addizionale Eca e della relativa maggiorazione del 10 per cento.

Tali importi rappresentano un acconto della fattura di conguaglio che dovrà essere saldata successivamente, in due rate con scadenza il 15 febbraio e il 15 marzo 2014.

Sogepu ricorda che nel computo della Tares sono ricompresi, oltre al costo del servizio di gestione dei rifiuti, anche i costi di servizi “indivisibili” del Comune, come l’illuminazione pubblica e la manutenzione delle strade.

Per ogni informazione riguardante il tributo gli utenti possono rivolgersi agli uffici al pubblico Tares-Tarsu di Sogepu presso il Centro Servizi di Cerbara, in via Elio Vittorini 23 (lunedì, ore 9-12; martedì, ore 11-13,30; giovedì, ore 9-12/15-17; venerdì, ore 8,30-11,30), e presso la palazzina polifunzionale di piazza Italia 1 a Trestina (mercoledì ore 8,30-12,30).

E’ inoltre possibile contattare l’azienda via telefono (075.8510846), fax (075.8519280) e posta elettronica (tributi@sogepu.com).

——————————————————-

Commento: la proroga della scadenza è cosa buona, lo è altrettanto il valore delle prime due rate riferito ad un quarto delle cartella dell’anno precedente, ma le due rate di conguaglio non sono chiare, come mai non saranno citate nella prima cartella? Per motivi di ricalcolo? Visto che comprendono il contributo per illuminazione e manutenzione strade, è per evitare un infarto ai contribuenti che si preferisce emettere due cartelle? F.L.R.

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: