Un Saluto di Speranza nel Ricordo di Padre Fabrizio.

Padre Fabrizio Migliasso

Padre Fabrizio Migliasso

Padre Fabrizio Migliasso ha terminato il suo pellegrinaggio terreno al volgere della sera quasi a voler illuminare i nostri passi con quei valori autentici, francescani, di cui é stato erede e testimone.
Abbiamo provato, nell’ora della sua scomparsa, sentimenti assonanti con la perdita di un familiare perché i frati minori, comunità legata spiritualmente alla Porziuncola, sono parte viva, quotidiana, delle famiglie durante il volgere dei gironi e delle stagioni della vita.
Padre Fabrizio é stato un frate, un custode, un amico e, sempre, ha profuso umiltà e discrezione, anche nel lungo e silenzioso itinerario di sofferenza.

Ci ha donato sapienti insegnamenti con quello stile, francescano, del saper cogliere con parole semplici, di “eccezionale normalità”, l’essenza e la verità capace di guidare i nostri pensieri e il nostro fare.
Ha lasciato tanti ricordi e vorremmo citare le sue riflessioni nell’omelia della notte di Natale, illuminata da una luce di speranza: Padre Fabrizio ci ricordò che “Dio non abbandona, riempie ogni nostra solitudine e rinasce in ognuno di noi se lo sappiamo accogliere”.

Ci sembrano parole da erede di una tradizione secolare, francescana, che sempre ha “saputo accogliere” con la gratitudine per averlo conosciuto, e apprezzato, come un dono fatto alla comunità francescana e a noi tutti.
Grazie Padre Fabrizio.

Claudio Ricci

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: