Pampanelli: “Rimodulare la tassazione locale per maggiore equità sociale”

emiliano pampanelliLa revisione della fiscalità in senso progressivo, e quindi della tassazione locale, a favore delle fasce più deboli della società e delle categorie produttive è una priorità assoluta. In effetti una più equa redistribuzione in ambito locale del carico fiscale rappresenta un’azione concreta da mettere in atto contro la crisi economica e sociale. Nello stesso tempo, però, voglio dire con chiarezza che Perugia, capoluogo di Regione, non può più sopportare da sola l’intero peso di costi e spese di servizi fondamentali come il trasporto e lo stato sociale. Perugia, in una giusta ottica di solidarietà, ha già ampiamente messo a disposizione risorse e sacrifici. Ora è arrivato il momento che la Regione Umbria faccia la sua parte. Credo inoltre che occorrerà operare su tutti quei tributi di competenza
comunale per alleggerire il carico sui cittadini e sulle attività produttive, intervenendo con fermezza sui costi di gestione delle aziende partecipate e sferrando una forte azione contro l’elusione e l’evasione proprio per la riduzione delle tariffe. In questo modo dal livello territoriale si possono concretamente mettere in campo manovre alternative a quelle dei governi centrali. Per Perugia del lavoro e dei diritti.

Emiliano Pampanelli
Capolista di “SINISTRA per Perugia”

Tag: , , , , ,

Una Risposta to “Pampanelli: “Rimodulare la tassazione locale per maggiore equità sociale””

  1. a.alunni@libero.it Says:

    A proposito dell’articolo di Emiliano Pampanelli che vorrebbe in qualche modo ridurre le entrate del Comune a beneficio dei cittadini tutti . mi sembra che; al di la’ delle buone intenzioni- che temiamo molto siano destinate a rimanere tali_;siano opportune alcune domande ?: *come mai il Comune , come al tempo dei semafori intelligenti – si avvale degli Ispettore ATI per verificare se ogni abitazione sia o meno conforme alla normativa sulla manutenzione degli impianti termici? * e’ vero o no che per il solo difetto di non avere un foro da 125mm. su parete esterna della cucina si dovranno corrispondere a gli Ispettori ATI da 100 a 300 € ? * e’ vero o no che c’e’ un esubero di personale clamoroso tra Regione Provincia Comune Aziende che rendebbe giustificato un breve corso di aggiornamento tecnico , cosi’ da formare una squadra che potra’ entrare’ nelle case con atteggiamento collaborativo invitando il cittadino a fare le opere necessarie – che sono di facile individuazione ed illustrazione – entro un determinato tempo ?—- * e’ vero o no che quanto i cittadini dovranno esborsare agli ispettori della Societa’ ATI , su suo cc postale – le casse Comunali non riceveranno alcun beneficio? Le parole “” trasparenza e partecipazione “” – allo stato di fatto – risulta- per tanti- troppo difficile capirle capite Cordialmente Angelo Alunni – Perugia Messaggio originale—-

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: