Vaime: Perugia ha perso fascino per colpa dei cattivoni della Stampa

Ti capita un giornalino fra le mani, al bar, e per poco mi manda di traverso il cappuccino, ma si può?

Enrico Vaime

Enrico Vaime

Enrico Vaime,  in una intervista rilasciata a Michela Mancini per Quattro Colonne, sfodera il suo sorriso beffardo per accusare la Stampa di essere responsabile del declino di Perugia, beh le parole le sa usare è giusto riconoscerlo, ed è capace di suscitare curiosità in chi legge,  ribadisce il suo legame sentimentale con Perugia, nella quale ha vissuto fino a 15 anni, “lasciare la città causa trasferimento di papà è stato un trauma” Alla domanda …Mi racconta l’identità perugina? ” Il perugino autentico non è esibizionista, anzi cerca di defilarsi, cerca di mantenere un aplomb che magari non gli appartiene sentimentalmente, non è fanatico, sono portato a pensare che sia una persona per bene ma non sono obiettivo…” E fin qui va bene, dichiarazioni di principio accettabili, lui vede il perugino cosi, rispettabile opinione, ma alla domanda… Considera Perugia una città accogliente? Non ce l’ha fatta a mantenere l’aplomb di cui sopra e va fuori le righe, le sue parole scivolano su una  strada piene di buche e macchie d’olio, (a Perugia non è difficile trovarne)  “lo era, negli ultimi tempi, a sentire certe stampa, pare sia diventata Sodoma e Gomorra, una sorta di Chicago anni 30, all’omicidio Meredith non eravamo preparati, non siamo un posto predisposto alla violenza, abbiamo commesso degli errori …”. ” Perugia ha perso un po del suo fascino per colpa di un certo tipo di informazione che ha puntato sullo scalpore, tutto questo non ci ha fatto bene, il delitto di Perugia, cosi come raccontato dalla stampa è semplicemente grottesco e ridicolo” infine alla domanda …Perugia può ancora essere quell’eden in cui le persone perbene si rifugiano? “Non mi illudo, ma mi piacerebbe…

Che dire? Alla fine ammette (non si illude) che la città non è più come prima, ma non spiega perchè, nessun accenno alla immigrazione clandestina, agli spacci vari, alle aggressioni a volte quasi quotidiane, il degrado, le strade,  i negozi che chiudono, e non voglio infierire troppo, dice solo che la colpa principale è della stampa cattivona, ma ti pare che la stampa cattivona si inventa i reati? Di solito si dice che sia abbastanza tollerante (meglio dormiente?), ma questa volta non ci è riuscita, il troppo è troppo, e continuare a dire questo significa che vogliamo mettere la testa sotto la sabbia e non fare nulla, e aldilà delle dichiarazioni di facciata non si fa nulla.

Ma la domanda finale …che ci facciamo noi… Perugia ha ancora la capacità di riprendersi? Vaime ci viene in soccorso…” la sfida è recuperare  la cultura con un criterio se vogliamo non modernissimo, un criterio antico. la cultura è serietà, è sobrietà, è studio”. Forse avrebbe dovuto aggiungere “Stampa cattivona permettendo”.

Francesco La Rosa

 

 

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Vaime: Perugia ha perso fascino per colpa dei cattivoni della Stampa”

  1. Stelio Bonsegna Says:

    Caro Vaime, da quanto tempo manchi da Perugia?
    Credo che sia il caso di suggerirti: “vedere per credere”.
    Sempre che a Perugia riesci ad arrivarci, visto le condizioni in cui versano le strade cittadine.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: