La vittoria di Romizi ed il referendum contro Boccali

LETTERA A GOODMORNING UMBRIA

 

Perugia, al di là  dei mal di pancia delle sinistre e dei suoi sostenitori che non riescono ad ingoiare la sconfitta politica, comprende benissimo che questo grande e straordinario risultato è un risultato storico.Un risultato che porta la firma di coloro che attraverso il voto hanno scelto di cambiare “verso”, proprio per amore di una città.  Una città che stava gridando aiuto da anni ed anni , una città che sofferente di un’immagine negativa dovuta alle tante brutte notizie che si sono susseguite attraverso questi anni sa’ che bisogna non nascondersi, ma bensì  rialzare la testa e riportarla ad un suo splendore senza far vittimismi, una città  che strozzata dalle tasse non riusciva a crescere e non sarebbe mai potuta crescere rimanendo a sinistra;quella stessa sinistra che ha tentato di parlare di cambiamento ,ma che di cambiamento non se ne è mai vista l’ombra in realtà .Questa nuova Perugia porta la firma di una coalizione , una grande coalizione targata Fi-FdI-NCD- e le liste civiche di Romizi Sindaco, Progetto Perugia e Perugia Domani, appoggiata poi al ballottaggio da Urbano Barelli Crea Perugia e colui che è stato una rivelazione in questo scenario politico Dramane Diego Wague’ -Idee per Perugia-che con la sua forza ed il suo coraggio non rinnegando mai la sua sinistra dalla quale proviene, si è alleato con Andrea Romizi.
Andrea Romizi,il giovane avvocato che con il suo stile ed il suo modo educato e gentile,mai sopra le righe e con grande umiltà ha guidato questa coalizione ed i suoi candidati (giovani e meno giovani e tantissime donne)ed i suoi supporter lo hanno seguito, lo hanno incoraggiato, lo hanno sostenuto e lo sosterranno sicuramente e lo aiuteranno in questi duri anni che lo aspettano con la consapevolezza che c’è molto molto da lavorare….
Andrea Romizi, oggi Sindaco di Perugia, non solo attraverso il suo programma ,(che poi definirlo programma è riduttivo in quanto è un progetto ben definito con una sua logicita’ e mirato ai problemi reali della citta’) ha avuto la grande capacità  di parlare (con il cuore) di cambiamento al di la delle ideologie ed è riuscito a far comprendere ai cittadini questa necessità.
Dall’altra parte quella che era l’allora e sempreverde maggioranza, oggi si ritrova ad esser opposizione. Futura opposizione che come già  detto all’inizio si ostina da bocca di alcuni, a negare l’evidente sconfitta politica e dall’alto della sua democraticità  lo fa attaccando anche coloro che in quella notte dell’8 giugno 2014 festeggiavano cantando l’Inno Nazionale con qualche coro da stadio si’, ma nulla di poi cosi’ volgare e tanto meno fascista alla fine.
Una sinistra , un PD piu’ che altro, che dopo quanto è accaduto riesce , tenta o vorrebbe far passare l’idea che il ballottaggio era un referendum contro il Sindaco uscente Boccali, ma la realta’ è un altra in quanto sanno tutti ed anche le mura di Perugia che Boccali tramite primarie venne rivotato proprio da quel Pd (o una bella parte di loro)che oggi sta in qualche modo litigando al suo interno.Un partito tra l’altro che ad un certo punto ha provato a farsi passare come renziano, come rottamatore, come rinnovatore, ma alla fine nonostante tutto anche li’ non è riuscito in questo intento dato che i veri e primi renziani di Perugia risalgono a piu’ di due anni fa e non di certo quelli che salirono poi nel grande carro che conosciamo tutti sia a livello locale che nazionale ed anche qui i cittadini evidentemente non hanno gradito questo modo.
Se per loro il problema era il ballottaggio (referendum), io mi sarei chiesta piu’ che altro come sia stato possibile non arrivare subito ad aver la maggioranza al primo turno, a differenza di un centrodestra che invece è riuscito nonostante la frantumazione del PDL nel rimanere unito ed esser combattivo e credendo in questo grande cambiamento.
Cinque anni sono lunghi, allo stesso tempo però  bisogna correre e dare risposte per lo meno quanto prima ai cittadini ed alla città.Auguri di buon lavoro a Romizi ed alla sua squadra, in bocca al lupo a questa opposizione.

Anila Marchetti

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: