Maggioranza Comune di Terni, tiene e … non tiene

Tenuta della Maggioranza a TERNI

Con l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2013 avvenuta nei giorni scorsi nel corso del Consiglio Comunale di Terni, la situazione della maggiorana risulta alquanto critica, lasciando presagire problemi di tenuta da parte del Sindaco.
Infatti i consiglieri eletti dall’alleanza di centrosinistra sono in tutto 20 contro i 12 della minoranza.
Nella predetta votazione hanno votato in 17 essendosi defilati 3 consiglieri (Orsini e Bartolini del PD e Bencivenga di Progetto Terni).
Questi 3 consiglieri (Bartolini, Orsini e Bencivenga), molto critici nei confronti del sindaco Di Girolamo, insieme con il consigliere Chiappini (Cittaperta) , nella stessa seduta hanno presentato 2 atti di indirizzo molto importanti e strategici, relativamente alla gestione dei parcheggi a pagamento e del sistema museale (di cui scrivo più avanti). Quindi sono 4 i consiglieri che hanno evidenziato la loro criticità nei confronti di Di Girolamo.
A questi 4 si aggiungono altri 2 consiglieri cha hanno più volte verbalmente espresso il loro disappunto, e sono Piccinini e Piermatti, ma che in questa prima fase hanno votato allineati al PD.
A loro si aggiunge il consigliere Mascio (Progetto Terni) il quale ha votato a favore del bilancio consuntivo, pur evidenziando il problema politico della attuale giunta ed avendo la sua lista espresso la volontà di decidere di volta in volta sulle questioni da approvare in consiglio.
In sintesi su 20 consiglieri di maggioranza 3 hanno già evidenziato il loro disaccordo (non votando il Bilancio Consuntivo), 1 ha già evidenziato la propria indipendenza da logiche di partito, 2 sono fortemente critici con il PD e quindi con il sindaco, ed 1 è libero di esprimere il proprio voto.
In conclusione: su 20 consiglieri ce ne sono 7 che non garantiscono il loro supporto scontato al Sindaco. Come fa a reggersi la maggioranza? Si ricorda che servo almeno 16 voti e sicuri sembrerebbero solo 13, oltre a quello del sindaco.

Nico Possenti

ATTI DI INDIRIZZO

Con riferimento agli atti di indirizzo, di cui detto prima, presentati dai 4 consiglieri critici, si ricorda che:
– attualmente i parcheggi a pagamento sono affidati alla ATC Servizi presieduta dal sig. Sbarzella, ex- uomo forte del PD e già rimosso dal consiglio della Umbria Mobilità in dissesto finanziario;
– la gestione del sistema museale era stata affidata ad una ATI con capogruppo la società romana CIVITA, la stessa che ha assunto tra le sue fila la ex assessore alla cultura del comune di Terni, Sonia Berrettini che aveva facilitato tale affidamento, nonché compagna convivente del senatore Gianluca Rossi del PD; inoltre tra le società in ATI è presente la Indisciplinarte Srl di proprità della sig.ra Linda Di Pietro e del suo ex-fidanzato Massimo Mancini, ex perché nel frattempo la sig.ra Di Pietro si è fidanzata con l’arch. Almadori il quale, in virtù di tale fidanzamento, ha avuto in dote la Presidenza della ATER regionale dal suocero Giorgio Di Pietro, altro grande potente del PD ternano e indagato per la questione dei finanziamenti pubblici a Radio Galileo.

Nico Possenti

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: