IL TRASPORTO FERROVIARIO A SPOLETO … SU UN BINARIO MORTO?

ferroviadi Maria Grazia Catanzani

Il trasporto ferroviario e, soprattutto i collegamenti “da” e “per” Spoleto sono, ormai da anni, una vera e propria “croce” per chi, per motivi di lavoro, essenzialmente, ma anche di puro e semplice turismo, parte o arriva a Spoleto.

Una eccellenza mondiale come questa necessita di collegamenti efficienti. Infatti molti utenti del servizio ferroviario sono lavoratori pendolari e, si presume, continueranno ad esserlo fino alla pensione, stanti le attuali difficoltà nell’impiego in tutto il bacino umbro, dello spoletino in particolare, e non solo.

Per questo Lista Due Mondi prende una netta posizione in favore dei pendolari e non, facendo proprie e chiedendo, con forza, interventi atti a soddisfare le richieste del “Comitato Viaggiatori Spoleto” condividendone le difficoltà evidenziate nella petizione rivolta alla Presidente della Regione Umbria.

“Non ci son più treni veloci che fermino a Spoleto – fa notare Lista Due Mondi – esiste solo, ad oggi, un “Freccia Bianca” che transita in Umbria facendo sosta solo a Foligno e Terni. Per andare a Roma si è costretti a prendere dei treni regionali, lentissimi, igienicamente e strutturalmente non idonei e che, per di più, impiegano fino a due ore (negli ultimi mesi questa tipologia di treni nella tratta Roma-Ancona accumula ritardi che arrivano sino a oltre 90 minuti (n.d.r.), creando disagi insostenibili a chi viaggia quotidianamente e chi si sposta per turismo: viene da sé che l’utente è indotto a scegliere altre mète.

Per questo Lista Due Mondi ha trasmesso una interpellanza al Sindaco, affinché, in stretta collaborazione con la Regione e con altri Enti ed Associazioni, possa ottenere di nuovo, come fino a qualche anno fa, fermate di Eurostar (ve ne erano almeno tre al giorno: alle 9 del mattino, alle 17 del pomeriggio e alle 20 di sera – n.d.r.) e, comunque di Freccia Bianca con migliori collegamenti in generale: interregionali, nazionali, e verso l’aeroporto di S.Egidio.

La “città dei Due Mondi” non può più accettare di essere tagliata fuori dall’intero circuito del trasporto nazionale restando, ad oggi, su un “binario morto” rispetto ad altre realtà nazionali molto più piccole di Spoleto e con esigenze molto minori.

 

 

Tag: , , , , , , ,

2 Risposte to “IL TRASPORTO FERROVIARIO A SPOLETO … SU UN BINARIO MORTO?”

  1. Alfredo Says:

    Si è abbondantemente parlato di iniziative volte a migliorare il servizio Ferroviario di Spoleto … ed i risultati sono peggiorati di anno in anno, invece che migliorare. Occorre essere ottimisti con questa “nuova ed ennesima” interpellanza (emessa da qualsiasi schieramento politico)? I Pendolari sono stanchi delle prese per i fondelli. Sia chiaro.

    "Mi piace"

  2. Alfredo Says:

    Chi vivrà vedrà … e se ne riparlerà. Anche se l’ottimismo non esiste piu’ … non è ad un “binario morto” bensì è proprio deceduto!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: