Bollo auto storiche, interviene l’assessore regionale Rometti

Silvano Rometti

Silvano Rometti

Riceviamo e pubblichiamo

“Dal primo gennaio 2015 per effetto della legge di stabilità è prevista l’esenzione del pagamento della tassa automobilistica per i soli veicoli ultratrentennali, mentre, sono stati esclusi quelli di particolare interesse storico e collezionistico che abbiano tra i venti e i ventinove anni di età, ma l’impegno della giunta regionale nel prossimo mandato è quello di ripristinarla a tutti”. A dirlo è l’assessore regionale Silvano Rometti, ricandidato alle prossime elezioni regionali, che si terranno il 31 maggio prossimo, con la lista “Socialisti Riformisti Territori per l’Umbria”. Il capolista socialista ritorna sulla questione del bollo auto delle macchine e moto storiche, sottolineando come fino al 31 dicembre scorso la tassazione era disciplinata dall’articolo 63 della legge numero 342 del 2000. “La legge disponeva l’esenzione generale dal pagamento della tassa automobilistica per tutti i veicoli ultratrentennali non adibiti ad uso professionale e l’obbligo del pagamento di una tassa forfetaria solo in caso di circolazione – spiega Rometti – e la stessa esenzione anche per quelli di età compresa tra i venti e i ventinove anni, ma solo di particolare interesse storico e collezionistico. L’applicazione pratica però delle disposizioni nazionali ha creato notevoli difficoltà applicative e interpretative”. “Il problema è nato proprio con la legge di stabilità 2015 – ricorda l’assessore Rometti -, in quanto, secondo il governo con l’evoluzione delle tecniche costruttive da parte del mercato automobilistico, un autoveicolo o motoveicolo al compimento dei venti anni non può più essere assimilato ai mezzi di particolare interesse storico solo in ragione della sua vetustà. Per tale ragione, è ormai venuta meno la stessa ratio che aveva giustificato il richiamato regime di speciale esenzione”. “Nel prossimo mandato ci impegneremo a trovare una soluzione possibile in merito – rassicura Silvano Rometti -, affinchè l’esenzione del pagamento della tassa automobilistica venga ripristinata anche per i veicoli di interesse storico e collestionistico che abbiano superato i venti anni di età”.

Commento: L’esenzione per le auto storiche credo che sia una cosa giusta e  importante per mantenere vivo lo stile ed il design italiano in particolar modo, ma ci sono due elementi che mi inducono a scrivere questa nota, la prima è relativa alla tassa di possesso delle auto, con automobili magari di 10-15 anni di scarso se non nullo valore commerciale, ma lo stato le considera come nuove, tassandole oltre misura in un periodo davvero complicato per le famiglie che vivono un momento di grande difficoltà economica, a questo si aggiunga che tantissime automobili ormai in disuso per le difficoltà della manutenzione, e non considerate auto storiche  che comunque sono obbligate a pagare l’odiato balzello, salvo che non siano rottamate. Probabilmente l’Assessore Rometi è a conoscenza di queste problematiche, ma sarebbe interessante avere delle sue considerazioni in merito.F.L.R.

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: