Roma città aperta e labirintica Alla scoperta dell’orizzontalità di Roma

romaSabato 3 e domenica 4 ottobre 2015

« Roma ha la ventura di apparire interamente aperta, interamente visibile e presente; fin dal momento in cui si arriva, Roma è lì, come pronta per essere percorsa, per essere vista, per essere abbracciata. Ma, quando il viaggiatore o il passeggero – o piuttosto il pellegrino- si ferma, comincia a rendersi conto che Roma è ermetica e segreta, e guardarla, come di solito si fa, così tutta  intera, presente, significa in realtà vederla  come una fotografia, che a volte si apre. E di fronte al turista distratto o anche al romano sicuro di sé, che crede di conoscere e di vivere  la propria città, può  aprirsi  una crepa,  un interstizio, un vuoto. Roma ha anche  la ventura di essere  una città labirintica. Le città  del Mediterraneo sono  di solito  sensuali, presenti, attive, risvegliano i sensi prima che possa formarsi il pensiero […] In Roma  si dà tutto  questo. È, insieme, aperta e labirintica.
Bisognerebbe vederla in senso  orizzontale, perché non è possibile  rifiutare il suo  abbraccio e la sua  presenza, né è possibile liberarsi  della sensualità del suo Cielo e della sua aria. Un’aria  commestibile si direbbe,  perché  a volte a Roma  ci si sente  come dentro un frutto; dentro  una pesca, direi, per quel colore  dorato  che esiste anche in altre città »
Maria Zambrano, Roma, città aperta e segreta

L’ ASSOCIAZIONE MATAVITATAU propone un itinerario che permette di percepire la città antica nel suo perdurare in quella contemporanea, attraverso la visita agli horti di Roma repubblicana e ai reperti da essi provenienti conservati al Museo della Centrale Montemartini, all’Auditorium di Mecenate, al cantiere di restauro della Domus Aurea e alla mostra ideata in occasione di EXPO 2015: Nutrire l’Impero. Storie di alimentazione da Roma e Pompei che racconta l’alimentazione nel bacino del Mediterraneo in età imperiale, quando si avviò la prima “globalizzazione dei consumi”.
Visita guidata a cura di Nicoletta Bernardini.

Il programma di massima della visita è il seguente:
sabato 3 ottobre 

  • Partenza da Todi alle ore 6,15 e arrivo a Roma Termini alle 8,33 e spostamento in albergo per depositare i bagagli
  • Ore 9,30 Piazza Sallustio (horti Sallustiani) visita guidata
  • Ore 13,00-13,30 pranzo
  • Ore 16,00 visita guidata al museo della Centrale Montemartini che  conserva alcuni reperti provenienti dagli horti di età repubblicana
  • Ore 18,30-19,00 rientro in albergo
  • Ore 20,00 cena

domenica 4 ottobre

  • Visita del cantiere di restauro della Domus Aurea (patrimonio dell’Unesco dal 1980) con rare aperture al pubblico
  • Ore 12,30 visita guidata all’Auditorium di Mecenate
  • Ore 13,30 pranzo libero
  •  Ore 16,00 visita alla mostra  “Nutrire l’Impero. Storie di alimentazione da Roma e Pompei”, ideata in occasione di EXPO 2015
  • Ore 19,00 circa spostamento in albergo per riprendere i bagagli
  • Ore 20,58 treno da Termini per Orte
  • Rientro previsto a Todi  per le ore 23,00

Per le informazioni dettagliate su modalità di partecipazione, organizzazione e costi visitare il sito www.matavitatau.it oppure chiamare i seguenti numeri entro mercoledì 23 settembre 2015
329  6161471 Nicoletta B.
339 7807729 Benedetta T.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: