Luigi Fressoia: HO CONOSCIUTO BENE IL SIGNORINO RICCI

Luigi Fressoia

Luigi Fressoia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gli umbri meritano di essere informati su natura e consistenza dei loro rappresentanti. Il consigliere regionale Claudio Ricci leader del centro destra e già sindaco di Assisi, in preparazione delle elezioni regionali 2015 invitò i sostenitori a costituirsi in comitati di appoggio alla sua candidatura, comitati territoriali oppure tematici su specifici argomenti. Chi scrive -insieme ad altre quattro persone tutte esperte del tema Infrastrutture e Trasporti- aderì formando uno specifico comitato per Ricci dedicato alla Mobilità in Umbria e regalando al candidato quattro argomenti ben documentati di progetti e relazioni: la Variante sulla ferrovia Ancona-Roma per l’Aeroporto di S. Egidio (in alternativa al Raddoppio del tratto Fossato-Foligno), il sistema TramTreno per le maggiori città umbre, treni Freccia passanti per l’Umbria e quindi il conseguente no alla nuova stazione MedioEtruria.

Tutti temi che il Ricci, ingegnere con specializzazione nei trasporti, ben conosce e dimostrava di condividere senza riserve. Già insospettì che durante la campagna elettorale il Ricci ben esponeva i quattro temi all’interno di ogni sua iniziativa però mai li richiamava nelle sue dichiarazioni a tv e giornali. Vieppiù ha generato sospetto che nonostante lo abbiamo invitato più volte a indire conferenze pubbliche in favore dei quattro argomenti, per un motivo o l’altro sempre declinava e rinviava. Fino a che nella seduta di settembre 2015 della apposita commissione regionale, dichiarava testualmente -come figura nei resoconti ufficiali della Regione- che “La nuova stazione MedioEtruria si deve fare” aggiungendo subito la “foglia di fico” di ipotesi di spostamento in quel di Ospedalicchio o simili. Poco dopo nel dicembre 2015, alla conclusione del dibattito sul nuovo Piano Regionale dei Trasporti, votava a favore del Raddoppio della tratta Fossato-Foligno quindi relegando la nostra Variante nel binario morto di eventuali altri “valutazioni e studi” (vedi atti del consiglio regionale). Ritengo pertanto di avere sufficienti prove per pensare che il signor Ricci è un politico deliberatamente intento a non rispettare le parole date, intento a dire sì a tutti ma poi rispondendo a logiche riservate, nel caso nostro a quelle forze che non vogliono le quattro opere non per inefficacia bensì perché ostative di aspettative evidentemente inconfessabili (quelle che vogliono lucrare su opere pubbliche peggiori se non del tutto inutili). Devo comunque confessare anche una piccola soddisfazione: io il Ricci non l’ho votato. Ho fatto parte di un “suo” comitato ma non l’ho votato perché l’istinto ben modellato dall’esperienza mi ha ottimamente guidato. Quindi sono più io che ho sfruttato lui che viceversa.

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: