Solidarietà per Accumuli ed Amatrice, Presidi Slow Food Umbria e tanto tartufo per la giornata di chiusura del Tartufo Bianco di Città di Castello

milanesi-photostudio_tartufo-bianco2016_413Si avvicina il gran finale per la XXXVII Mostra nazionale del Tartufo Bianco di Città di Castello, cinque giorni di trifola, degustazioni e il grande spettacolo della cucina con chef di grido e cuochi famosi. “Vogliamo portare di nuovo l’attenzione sulla solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma che in queste ore ha avuto una nuova e drammatica recrudescenza. Siamo vicini a loro con una raccolta di fondi, a cui anche i visitatori nel punto di Largo Gildoni possono partecipare” ricordano dal Comune e dalla Comunità Montana, che sono gli enti organizzatori.

Tra i Saloni più seguiti quello del Vino a cura di Ais Delegazione di Città di Castello, che domenica 30 ottobre ha ospitato le finali del V Concorso Enologico regionale categoria IGT nella Sala Consiliare del Palazzo  Comunale. La classifica ha premiato il bianco “Povento” Trebbiano 2015 della cantina Bettalunga
di Castello delle Forme di Marsciano, il rosè 'La Bisbetica' Gamay 2015 della cantina Madrevite di Castiglion del Lago e il rosso “Luce di Gemma” Merlot 2011 della cantina Roberto Lepri di San Vetturino di Perugia. “Una grande qualità che testimonia la crescita della cultura e dell’imprenditoria enologica dell’Umbria” ha commentato Tiziana Croci, responsabile della delegazione Ais di Città di Castello, commentando il verdetto della giuria Il programma di martedì 1 novembre, ultimo giorno di manifestazione, sarà all’insegna dello showcooking con un contest tra i giornalisti foodblogger che in questi giorni sono in visita alla città e alla mostra. L’appuntamento con loro è alle 11.00 presso l’Area Degustazione Showcooking. Alle ore 16.30, stesso posto, ci sarà il Tartufo con Chef Manucci. Ma Il Tartufo Bianco è anche molto altro: la mostra di arte  contemporanea Il Profumo dell’Arte, collettiva di di Riccardo Fiorucci, Franco Gaburri, Fabrizio Pruscini, Carlo Paolo Granci a Palazzo Lignani Marchesani, in Corso Vittorio Emanuele; L’Arte
della Tradizione: Le Sigaraie a cura del Museo Storico e Scientifico del Tabacco sotto il Loggiato  Cassa di Risparmio. E per i visitatori della Mostra torna a grande richiesta la Card Musei, per l’ingresso ai musei e alle collezioni cittadine.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: