Posts Tagged ‘aloia’

Il baciato dalla fortuna che non seppe far tesoro di essere stato nominato per meriti di affari e aziendali.

24 ottobre 2012

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

La risposta all’ Onorevole Girlanda si può così’ sintetizzare visto il pulpito dal quale viene la predica,  che con i suoi voti sorregge il governo Monti insieme a PD e Udc. Al Combattente nessuno però ha comunicato che la guerra e’ finita da tempo colpevole di non vedere quanti altri hanno avuto il coraggio di fare anni fa. Eugubino e molto americano ha fatto del merito la sua bandiera.

Nicola Maria Aloia e Pasquale Di Bacco consiglieri comunali – Gubbio

 

Annunci

Cara Giunta Comunale di Gubbio, Così non và

5 ottobre 2012

Prima l’Agenzia delle Entrate, poi un susseguirsi di debacle fino ad arrivare alla LUMSA, ora si vocifera anche l’ufficio territoriale di Equitalia. Immagino sia il disagio dei Clienti, dei (more…)

Gubbio: Aloia e Di Bacco lasciano il PDL

13 giugno 2012

Lettera Al Segretario Politico DEL PDL ON. ANGELINO ALFANO

Sono anni che nelle sedi opportune senza strillare ma con argomentazioni e motivazioni inoppugnabili abbiamo denunciato la situazione del PDL a tutti i livelli. Purtroppo inascoltati oggi (more…)

GUBBIO: Ambulatorio di Colposcopia ad Umbertide? No grazie

18 maggio 2012

Riceviamo una lettera dai consiglieri di Gubbio in firma e volentieri ne pubblichiamo una sintesi

Al Sig. Sindaco del Comune di Gubbio

Da poco a Gubbio si è tenuto un Consiglio Comunale Aperto alla presenza del Dir.Gen. Asl n° 1 Dott. Casciarri sul tema della Sanità . Più volte su iniziativa del nostro gruppo in Consiglio poi ripresa da altri Gruppi si è paventata una volontà politica di eccessivo potenziamento dell’Ospedale Umbertidese a discapito delle altre strutture della Asl n° 1. Ritenuto che risulta (more…)

Aloia: Con il Catto-Comunismo Gubbio affonda e non partecipa

5 aprile 2012

Pensavamo che nell’anno di Grazia 2012 non ci si dovesse più confrontare con il CATTO-COMUNISMO. Ammetto, abbiamo commesso un gravissimo errore. Oggi tale matrice politico-ideologica si è spostata su face book (magari per raggiungere solidalmente degli ex vice-sindaco defenestrati in primis dagli elettori democraticamente) ha cambiato pelle e trova le forme di “Gubbio Partecipa” lista civica papalina o delle mail del deluso Mario Salciarini alla ricerca del PD che non c’è! Unica è la pregiudiziale tesa a screditare l’avversario politico e a ferire mortalmente con il fuoco amico il più esposto dei bersagli il giovane e a loro dire inesperto sindaco Guerrini reo, a loro dire, anche di portare avanti politiche che trovano consensi anche alla Destra dello schieramento politico cittadino. Avulsi dal pensare che costoro facciano polemica solo per interessi di bottega o di parrocchia ci piace approfondire la matrice ultima e profonda del loro processo mentale. Sulle estenuanti contrattazioni per la LUMSA ( condite da pepati manifesti cittadini affissi sui muri, a proposito chi paga ? ) tutto va bene Madama la Marchesa con l’approvazione all’ unanimità di un ORDINE DEL GIORNO dell’ intero Consiglio Comunale dopo aver trattato per gli emendamenti e aver richiamato ognuno alle proprie responsabilità e ai propri ruoli. Poi però se si discute di far ripartire l’ economia e creare di nuovo lavoro su Gubbio non si partecipa alla votazione e addirittura con toni minacciosi e apocalittici si abbandona l’ aula del Consiglio Comunale dopo aver parlato come un disco rotto sempre delle solite trite e ritrite questioni che stanno a cuore. Non si ascoltano interventi duri e motivati sui problemi , ne si valuta il lavoro migliorativo fatto per emendare il testo. Bella lezione di stile e dialettica “gambizzare” e “mobbizzare” chi non la pensa in modo conforme e analogo al pensiero dominante dell’ortodossia bigotta per dare poi immotivate pagelle diffuse ad arte in internet in modo tale da fomentare la vulgata comune perché se votano provvedimenti nell’interesse della città Aloia e Di bacco eletti all’opposizione non si trasferiscono armi e bagagli con l’allegra combriccola della maggioranza guidata ormai solo dal centro- sinistra moderato. Comodo “epitetare” come reazionari coloro che hanno invece una cultura ed un progetto riformista da portare avanti. Siamo certi che tutti i cittadini sapranno valutare sia le polemiche pretestuose che gli atteggiamenti di chiusura preconcetti e pre-costituiti nella speranza che da lor signori vengano proposte alternative o almeno dotate non solo di animo distruttivo e disfattista ma di spirito costruttivo nella lunga scia della tradizione civile e democratica della nostra Gubbio. Altrimenti Gubbio affonda e non partecipa.

Nicola Aloia e Pasquale Di Bacco

GRUPPO CONSILIARE MISTO COMUNE DI GUBBIO

 

Aloia: indispensabile la revisione della Costituzione della Repubblica Italiana

8 febbraio 2012

Anche il Consigliere Comunale  di Gubbio, l’Avv. Nicola Maria Aloia, ha partecipato ed invitato a partecipare alla raccolta di firme lanciata dall’On. Stefania Craxi finalizzata alla presentazione di un disegno di legge per la revisione della Costituzione della Repubblica Italiana. Grande eco ha avuto sulle maggiori testate giornalistiche Italiane il risultato ottenuto da questa nuova azione politica intrapresa dall’On. Craxi, ben 30.000 firme in poco meno di un mese. Nelle interviste rilasciate ai vari quotidiani, sia di centro, che di centro sinistra, che di centro destra, la promotrice On. Craxi ha riaffermato un principio di libertà rinnovamento e riformatore che ha sempre caratterizzato la Sua opera. Sintetizzando, con questa petizione popolare, massima espressione della volontà dei cittadini, e non dei partiti sui cittadini, l’On. Craxi lancia questa sfida finalizzata alla richiesta di una nuova Costituente con l’obiettivo di scrivere una nuova Costituzione, in quanto quella odierna viene definita dalla stessa On. Craxi, e condivisa da tutti noi che sosteniamo questa idea come  “  un ammasso di regole tese a combattere il rischio di un nuovo fascismo. Di qui i poteri quasi nulli del presidente del Consiglio, il bicameralismo con doppia lettura delle leggi, il potere dei partiti sui cittadini. Ma il pericolo fascista non si è mai affacciato, salvo che nelle manifestazioni di certi partigiani, e tutti siamo rimasti fermi a fissare un fantasma mentre la macchina dello Stato andava a rotoli”

Finalmente qualcuno che ha avuto il coraggio di gridare … Il Re è nudo!

 

Lutto. Si è spento a Gubbio il dr Luigi Aloia

7 dicembre 2011

Dopo lunga malattia si è spento a Gubbio il dr Luigi Aloia, medico dermatologo, amato padre di Nicola, noto avvocato e consigliere comunale della città eugubina. La messa  in suffragio sarà  celebrata a Gubbio nella chiesa di San Secondo l’8 dicembre alle ore 15.

All’amico Nicola ed alla famiglia tutta giungano  le condoglianze più affettuose dalla redazione di Goodmorningumbria

Non ti curar di lor ma guarda e passa. E’ inutile soffermarsi sulle miserie umane

2 dicembre 2011

Tanti anni di militanza politica, alcuni trascorsi per passione e servizio in Consiglio Comunale ma per la prima volta un Consigliere che dovrebbe appartenere alla mia stessa area politica mi epiteta a mezzo stampa ( la sua Corriere dell’Umbria di Oggi) come Omofobo e Razzista. Viva e cocente delusione acuita ancor più perché il “ Collega “ in questione è un cattolico convinto e Presidente della Associazione Benedetto sedicesimo. Lo stesso Consigliere Comunale ex capogruppo del Pdl che dopo faraoniche campagne elettorali roboanti di partito predica bene e razzola male. Altro che delusione per gli elettori, sollevazione : ed in questo caso si immediate dimissioni! Certo la ottima stampa di cui godono lor Signori tende a mistificare , dissimulare e insabbiare la verità! Ho troppo rispetto per le Istituzioni per piegarmi allo stesso giuoco! Ci si occupi maggiormente dell’interesse di Gubbio visto che chi ricorre all’insulto sistematico evidentemente risulta drammaticamente privo di valide argomentazioni. Auspico che chi di dovere fermi questo imbarbarimento volto alla delegittimazione di tutti e a colpire l’avversario politico di turno divenuto molto poco cristianamente nemico. Bisognerebbe recuperare il rispetto delle regole e delle opinioni altrui ed abbandonare il fanatismo e la intransigenza preconcetta! IL VENTO DELLA NON POLITICA NON E’ SOLO ANTI MA SI ALIMENTA DA CHI PERDE DI VISTA QUOTIDIANAMENTE IL BENE COMUNE per rifugiarsi in comode invettive strumentali e di fazione. So che in questi primi 7 mesi di Legislatura nella quasi interezza della Massima Assise cittadina è prevalso l’impegno e lo stimolo ad essere propositivi per il bene della nostra città. Con questa stella polare sono convinto che proseguiremo e poi per citare il Poeta tanto caro al Nostro almeno a parole:” Non ti curar di lor ma guarda e passa”.

Nicola Maria Aloia –  Gubbio

Lettera aperta di Nicola Aloia agli elettori del Pdl ed ai cittadini di Gubbio

11 novembre 2011

Care elettrici, Cari elettori, Cari concittadini tutti

Ebbene si, non me ne sono andato, al di là di quello che viene scritto da più parti confermo la mia appartenenza al PDL Nazionale. Dico ciò in quanto qualche osservatore distratto ha visto la mia uscita dal gruppo consiliare del PDL locale, per formare il gruppo misto in consiglio comunale come il cercare altri lidi. Sono sicuro che se nei mesi seguenti alla elezione in Consiglio Comunale il coordinatore locale avesse indetto almeno una riunione politica con gli eletti, noi Consiglieri avremmo potuto rapportarci con le linee del partito che il coordinatore in essere avrebbe dovuto indicarci per superare questo momento di crisi,  nostro malgrado questo non è avvenuto, e quindi in autonomia con gli altri consiglieri abbiamo sviluppato una serie di azioni ( interpellanze e mozioni) finalizzate a dare impulso alla vita socio economica della nostra città. Questi osservatori distratti indicano altresì la mia, secondo loro presunta lontananza dal PDL, vorrei ricordare a tal proposito che in mio sostegno per la campagna elettorale ho avuto modo di poter contare sulla vicinanza e sulla presenza nel territorio del Sottosegretario agli Esteri On. Stefania Craxi in quota PDL e dell’On. Mario Valducci presidente della IX commissione alla Camera dei Deputati anche questo in quota PDL, il che dimostra quanto il mio progetto politico, a differenza di quanto erroneamente ed ingenuamente interpretato da soggetti locali sia organico alle posizioni nazionali del PDL. Sempre con spiccata comprensione per le ingenue valutazioni di questi osservatori distratti che non hanno capito il mio gesto e soprattutto le mie parole,   li invito ad utilizzare il servizio streaming, messo a disposizione dal Comune di Gubbio per rivedere e risentire le mie parole, facendo particolare attenzione al passaggio nel quale indico come referenti politici Silvio Berlusconi e l’On. Stefania Craxi, ad oggi rispettivamente Presidente del Consiglio eletto nelle file del PDL e Sottosegretaria agli Esteri eletta nelle fila del PDL. Sono certo che gli Eugubini che mi hanno dato fiducia riconoscono le qualità politiche del mio gesto, così come riconosceranno tanto la buona fede quanto l’ingenuità e la capacità critica di chi ha cercato di interpretarlo. In definitiva, a questo punto e per le motivazioni che tutti possono comprendere,  posso dire con serena consapevolezza che “Non sono eccessivamente Stupito di quanto è stato scritto su di me”, le stesse persone che hanno  deluso iscritti ed elettori. Chi li ha delusi è chi in un partito padronale soprattutto a Gubbio ha agito da blogger collezionando solo incarichi e medagliette e chiudendosi a riccio verso qualsiasi forma di partecipazione di iscritti ed elettori. Essere seduti al comando e sulla tolda del Titanic pensando di contare quando neanche affini e parenti stanno oramai più ascoltando le stanche litanie dei servi del padrone. I risultati della mala gestione di un decennio di guida scriteriata del movimento a Gubbio sono utilissimi ad alimentare personalismi e divisioni senza una sola proposta a beneficio della collettività. Giudicheranno comunque gli eugubini attenti a distinguere tra silenzi assordanti di personaggi non all’altezza e l’impegno di chi opera al di sopra delle beghe di bottega.

Nicola Maria Aloia

Altra soddisfazione per il Club della Libertà di Gubbio

22 settembre 2011

Nicola Aloia

Dopo la nomina di Vice Presidente del Consiglio Comunale riconosciuta al Vice Presidente del nostro Club cittadino, l’Avv. Nicola Maria Aloia, in data 16 settembre 2011 il Consigliere Comunale di Gubbio Angelo Riccardini , a seguito di votazione interna al Gruppo Consiliare è stato eletto  e nominato Capogruppo Consiliare PDL. La nomina seguente ad accordi trova consensi all’interno del partito. Il Club della libertà di Gubbio con gioia prende atto che i suoi rappresentanti continuano a  trovare spazi nelle Istituzioni e nel Partito, tutto ciò in seguito ed a riconoscimento del lavoro svolto ed in linea con le volontà di rinnovamento espresse a livello nazionale dai massimi vertici del Partito.

Angelo Riccardini

In qualità di Presidente del Club delle Libertà di Gubbio prendo atto  dell’importanza del percorso e del lavoro dei Consiglieri Aloia e Riccardini ai quali riconosco i più ampi meriti per il lavoro svolto, rivolgendo loro i migliori auguri e ricordando che il Club della Libertà di Gubbio ora come in passato, sarà al fianco di chi senza timore alcuno si espone lavorando per il bene comune.

 Giuseppe Zangarelli – Presidente del Club della Libertà di Gubbio

12 maggio 2011

Gubbio, sgomento e preoccupazione per lo stadio

21 aprile 2011

Le notizie che giungono dall’ultimo Consiglio Comunale ci lasciano allibiti. Condividiamo le preoccupazioni della tifoseria e solidarizziamo con i malumori manifestati per La Società dal Presidente Fioriti e da Giuseppe Pannacci. Non si può restare inermi dinnanzi all’atteggiamento di chi a partita in corso, come al solito, intende cambiare le carte in tavola e le regole del giuoco. Come rappresentante del PDL allora chiedo meno asfalti elettorali e più attenzione a tanti concittadini che non vogliono rinunciare a vedere a Gubbio la loro squadra del Cuore. Ringrazio il Prof. Chiocci pubblicamente per essere stato l’unico ad opporsi e votare contro questo esito sciagurato. La politica e l’Amministrazione Comunale debbono adempiere concretamente e fino in fondo ai loro compiti e per questo: auspichiamo che il progetto di ammodernamento e adeguamento dello Stadio non subisca dannosi rallentamenti. La città di Gubbio merita di più! Oggi rappresenta un eccellenza in Umbria dal punto di vista Sportivo e non vorremmo farci defraudare da chi incautamente o non se ne cura o finge di curarsene. Troppe risorse negli anni sono andate sprecate e non si sono finalizzate. Ora occorre un moto di orgoglio di tutta la città. Proprio per questo motivo sosterremo ogni iniziativa volta a difendere il nostro patrimonio e la nostra tradizione anche per il rispetto che è dovuto alle personalità ed ai personaggi che hanno reso unica ed inimitabile La Nostra Storia. Era impossibile Tacere e già nelle sedi opportune ma ancora di più prossimamente non rimarremo in silenzio davanti a questo scempio.

Nicola Maria Aloia

nota di redazione: la nota di Nicola Aloia, candidato alle prossime amministrative di Gubbio,  fa riferimento ai lavori di ammodernamento dello stadio per il quali era previsto un accordo per la divisione dei costi di 1.350.000 euro  fra il comune e imprenditori e che ha all’ultimo consiglio però è saltato.