Posts Tagged ‘casa della sposa’

20 ottobre 2011

Annunci

10 settembre 2011

4 giugno 2011

26 Mag 2011

12 Mag 2011

7 Mag 2011

4 Mag 2011

21 aprile 2011

19 aprile 2011

15 aprile 2011

13 aprile 2011

8 aprile 2011

6 aprile 2011

1 aprile 2011

25 marzo 2011

22 marzo 2011

21 marzo 2011

20 marzo 2011

16 marzo 2011

14 marzo 2011

10 marzo 2011

9 marzo 2011

8 marzo 2011

7 marzo 2011

5 marzo 2011

4 marzo 2011

28 febbraio 2011

25 febbraio 2011

25 febbraio 2011

23 febbraio 2011

21 febbraio 2011

14 febbraio 2011

13 febbraio 2011

CITTÀ DI CASTELLO RICORDERÀ VALERIO GILDONI NEL SECONDO ANNIVERSARIO DELLA MORTE

10 febbraio 2011

Nel secondo anniversario della morte, domenica 17 luglio 2011, l’Amministrazione comunale di Città di Castello ricorderà solennemente il colonnello dei Carabinieri Valerio Gildoni, ucciso in servizio in una sparatoria a Bosco di Nanto nel 2009 . “Lo farà intestando alla memoria dell’ufficiale un luogo del centro storico” ribadisce il sindaco tifernate Luciano Bacchetta che ha comunicato ufficialmente la notizia alla famiglia di Valerio Gildoni durante un incontro cui ha partecipato il vicepresidente del Consiglio comunale Ivano Rampi, il capitano Alfredo Cangiano, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Città di Castello, e il dirigente del Settore Franco Carsena. “Il consiglio comunale è stato investito da questa proposta, che ha accolto all’unanimità perché comune è il sentimento della massima assise verso un concittadino che alla sua stessa vita ha anteposto l’adempimento del proprio dovere. Per ricordare la figura esemplare di uomo e di militare, il gesto di eroismo civile compiuto in spirito di servizio, vogliamo dedicare un passaggio centrale e frequentato nella ricorrenza di quel tragico 17 luglio in cui scomparve.  L’iter procedurale non è lungo: sta alla commissione, alla quale sottoporremo in tempi brevi la scelta, individuare la soluzione. Su questo progetto l’Amministrazione comunale ha voluto coinvolgere fin dal principio l’Arma dei Carabinieri affinché possa condividere con le istituzioni il percorso che ci condurrà a dare un riconoscimento pubblico e perenne ad un servitore esemplare dello Stato”.