Posts Tagged ‘casino’

ABC – “I FURBETTI DELL’ANTIPOLITICA”

3 maggio 2012

di Ciuenlai

“Cose da Pazzi”. E’ l’unico commento che mi viene in mente scorrendo i titoli dei giornali. Udite udite che cosa ci propongono a mani basse i capi dei partiti di maggioranza in generale e Bersani e il Pd in particolare, che improvvisamente, causa elezioni, sembrano diventati i capi dell’opposizione:

1) “La (Contro)riforma delle pensioni è iniqua e deprime il mercato del lavoro” (parentesi; per capire che se nessuno va in pensione, nessuno subentra e la disoccupazione aumenta, bastava rivolgersi ad un qualsiasi delegato della Fiom, non occorreva “assumere” un Governo di professori). Ma dov’eravate quando alzavate la manina? Questo provvedimento “da incubo” non è caduto dal cielo, l’avete approvato voi. Il pacco regalo l’avete preso per intero “esodati compresi”. Di che vi andate lamentando! Le lacrime di coccodrillo le aveva già versate tutte la Fornero. Non c’è bisogno delle vostre.

2) “L’Imu. Ma che tassa ingiusta. Punisce la prima casa, l’oggetto dei sacrifici di una vita. No bisogna rivederla ci vuole una patrimoniale”. Ma va? Cari Abc ed in particolare caro Bersani, l’Imu è stata da voi licenziata in due minuti. Adesso state muti. Silenzio, perché adesso è legge, silenzio perchè adesso (purtroppo e grazie a voi) si paga e le vostre chiacchiere stanno a zero. Come i nostri portafogli.

3) “La benzina è troppo cara e i prezzi salgono alle stelle. Le famiglie non ce la fanno più”. Già. Ma chi è che ha dato il via libera all’aumento esponenziale delle accise e dell’Iva. Babbo Natale o la maggioranza di Governo?

4) “Il fiscal compact è un sistema che impedisce qualsiasi politica economica autonoma da parte degli stati”. Ma chi ha sancito la messa in Costituzione del pareggio di bilancio la fata turchina?

Ecco perché questa è una classe dirigente da mandare a casa. Chi vuole fare “lo statista” e guidare Governi deve sapersi assumere le proprie responsabilità e difendere le sue scelte. Nascondersi dietro questi paraventi è un giochino da furbetti, da “azzeccagarbugli” da furbetti dell’antipolitica. Si avete capito bene “antipolitica”, perché, questi la politica, quella vera, non sanno più dove sta di casa.

Annunci