Posts Tagged ‘filarmonica’

Terni, Quartetto d’Archi Roma Classica in concerto

7 gennaio 2012

ASSOCIAZIONE FILARMONICA UMBRA

Terni – Auditorium Gazzoli – Sala Rossa

Prima del concerto: Domenica 8 gennaio – ore 16.15 – CONFERENZA Antonìn Dvoràk: “Un europeo a New York” – Dario Oliveri, relatore

CONCERTO – ore 17.30

Quartetto d’Archi Roma Classica – musiche di MENDELSSOHN , BEETHOVEN, DVOŘÁK

Quattro artisti di fama internazionale, vincitori di importanti concorsi, collaboratori di alcune tra le più importanti realtà sinfoniche italiane e europee, attivi come solisti e cameristi, si incontrano in quartetto per presentare un meraviglioso programma tutto ottocentesco. I tre autori del programma hanno scritto per questo organico capolavori che in maniera differente hanno dato un contributo fondamentale al repertorio quartettistico; possiamo citare tra questi il famoso Quartetto “Americano” di Dvorak.

 

 

Annunci

SAN GIUSTINO: TAKE FIVE-JAZZ ALLE CINQUE DOMENICA 14 NOVEMBRE

11 novembre 2010

Ottima partenza per il festival jazz iniziato al Teatro Filarmonica di Selci domenica scorsa. Si chiama «Take Five – jazz alle cinque» organizzato dall’Associazione Filarmonica «Giabbanelli» di Selci ed altri appassionati altotiberini, con il patrocinio del Comune, della Comunità Montana Alta Umbria e il sostegno di imprese locali. Il primo concerto è stato salutato da un pubblico numeroso e partecipe che ha applaudito , nell’inconsueto allestimento del Teatro Filarmonica, l’esibizione dell’ originale formazione di sassofoni «Sax & the city ensemble» di Faenza, diretto da Silvio Zalambani, che ha dato vita ad un pomeriggio musicale caldo e brioso accompagnato poi da piacevoli degustazioni enogastronomiche e da esposizioni fotografiche che saranno riproposte anche in occasione degli altri appuntamenti. A partire da quello in programma per domenica prossima, alle ore 17, con «Organic Food Trio» formato dal leader Cristiano Arcelli al sax, Matteo Addabbo all’organo hammond ed Andrea Melani alla batteria. Il trio indaga sulle differenti caratteristiche ritmiche dello swing, del funk e in qualche misura dell’hip hop, con l’obiettivo di aprire lo ‘spazio musicale’ quanto più possibile a contaminazioni di genere. Le musiche e gli arrangiamenti, oltre ad un numero di standards, portano il nome del Leader