Posts Tagged ‘grande’

Conferenza: “La legge di salvaguardia delle vestigia della Grande Guerra”,

21 aprile 2015

grande guerra

lunedì 27 aprile alle 17.30 presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Palazzo Graziani in Corso Vannucci 47, Perugia.

La legge di salvaguardia delle vestigia della Grande Guerraè il tema che verrà affrontato da Giuseppe Severini, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato, che è stato fra gli autori della normativa in materia, grazie alla quale sono stati restaurati innumerevoli manufatti del conflitto e censiti monumenti ovunque in Italia. Sarà presente anche la dottoressa Paola Monacchia  della Deputazione di Storia Patria dell’Umbria, Istituto che ha collaborato alla realizzazione

(more…)

Giorgio Carlini e l’albero di Natale in ferro con saldatura con elettrodo più grande del mondo

26 novembre 2014
Giorgio Carlini

Giorgio Carlini

Realizzerà l’Albero di Natale più grande del mondo, in ferro a saldatura con elettrodo. E’ questo il suo ennesimo e personale obiettivo. E’ questa la sua distinzione tra gli Artisti: ad oggi nessuno ha realizzato un così grande albero natalizio con un metodo di costruzione sicuramente innovativo. (more…)

La Grande Bellezza al Sodalizio San Martino di Perugia

1 aprile 2014

bellezza

Umbria da Oscar grazie al film “La Grande Bellezza”

4 marzo 2014

la Umbria da Oscar grazie a Giovanna Vignola, l’attrice perugina che con la sua partecipazione a “La grande Bellezza” ha certamente contribuito all’incoronazione hollywoodiana del capolavoro di Paolo Sorrentino. Appena appresa la notizia, la Provincia di Perugia, nelle persone del presidente Marco Vinicio Guasticchi e del vice Aviano Rossi, si è apprestata a contattare Giovanna per esprimerle congratulazioni e profondo apprezzamento per questo eccezionale riconoscimento. “Da tempo conosco Giovanna Vignola, anche personalmente – sono le parole di Guasticchi – e ho già avuto modo di sperimentarne le doti umane, prima ancora che professionali. La Provincia di Perugia è onorata di averla come ‘compagna di viaggio’, vista la (more…)

Incontro: “La grande bellezza … delle donne”. Ospite d’onore Giovanna Vignola

2 marzo 2014
Giovanna Vignola e Pamela Villoresi

Giovanna Vignola e Pamela Villoresi

Sabato 8 marzo, alle ore 21, si festeggerà  presso il Cinema Teatro Esperia “La grande bellezza … delle donne”, tra biografie femminili e intermezzi musicali, a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bastia Umbra.

Ospite d’onore sarà Giovanna Vignola, interprete del ruolo di “Dadina” nel film “La grande bellezza” del regista Paolo Sorrentino, che la notte del 2 marzo parteciperà alla serata di consegna degli Oscar a Los Angeles, con la nomination quale miglior film straniero, già vincitore del Golden Globe. L’ingresso al Cinema Teatro Esperia sarà ad offerta libera e il ricavato verrà interamente devoluto all’Associazione (more…)

Presentazione Accademia di Bevagna e del nuovo periodico “Grande Dizionario”

27 febbraio 2014
Alla presenza dell’assessore regionale alla cultura  Fabrizio Bracco, i soci fondatori della neonata associazione (che riprende l’antica tradizione cittadina di dotarsi di un sodalizio dedicato alla storia locale, alle lettere e all’agricoltura, ben due accademie infatti videro la luce  nel Settecento: dei “Caliginosi” e “Properziana”) hanno esposto i  fini e i (more…)

GIOVANNA VIGNOLA è la grande bellezza

23 Mag 2013

giovanna vignoladi Costanza Bondi

Ieri pomeriggio è stato presentato a Perugia il film di Paolo Sorrentino “La grande bellezza” al cinema Zenith, il film che a Cannes è stato salutato dal pubblico con ben nove minuti di applausi. Vedere una prima seduti vicino a uno degli attori non capita, certo, tutti i giorni. Soprattutto, se la protagonista in questione è lei, e solo lei, a incarnare in pieno nella propria persona il titolo del film. Giovanna Vignola è, infatti, bellezza in altruismo, simpatia, disponibilità; bellezza in impegno per l’Associazione ONLUS dell’Acondroplasia, di cui è presidente regionale; bellezza nell’amicizia che ci lega: sincera, spontanea e (more…)

Libri, Zelinda Elmi: “Una Piccola, Grande Vita”

28 Mag 2012

di Costanza Bondi

Una piccola, grande vita… un piccolo, grande libro: piccolo nella forma, tanto quanto l’autrice, ma enciclopedico nei contenuti e nel messaggio di cui è portatore, al pari delle opere di vita di Zelinda Elmi, la quale ha presentato il proprio libro, Edizioni chiesa San Severo a Porta Sole, La Voce, venerdì 25 maggio alla Residenza Fontenovo. Piccola figlia amata da Dio, con cuore magnanimo e gioioso, porta il segno della presenza di Dio nella propria esistenza sin dalla nascita, in un percorso che la vede trasmigrare nell’anima dall’emarginazione all’appoggio indiscusso nella fede. Zenobia Elmi, classe ’53, meglio nota come Zelinda, diventa essa stessa negli anni testimonianza di vita e di cosciente serenità: messaggio questo che, tramite il libro dal titolo UNA PICCOLA, GRANDE VITA, rivolge con pacata consapevolezza a chi stenta a riconoscere la presenza del Signore nella propria esistenza. La vocazione di Zelinda diviene quindi, nel tempo, quella di mettersi al servizio del prossimo e di diffondere, al contempo, il proprio amore e il proprio coraggio nei confronti di chi, nell’affrontare i momenti difficili che a tutti prima o poi (more…)

Grande Oriente d’Italia, la Fratellanza Massonica e il conflitto di civiltà

12 aprile 2012

Lo scorso fine settimana, mentre il Presidente del Consiglio Mario Monti interveniva sul Corriere della Sera per l’ennesima picconata morale al sistema dei partiti, i lavori della Gran Loggia del Grande Oriente d’Italia hanno rilevato una realtà che emerge e si rafforza da anni. Nella crisi della nazione, l’unica agenzia etica in grado ancora di proporsi come costruttrice d’un quadro di principî e valori condivisi è la maggiore comunione massonica italiana. Essa, infatti, resta il principale luogo materiale, dei sentimenti e spirituale, cioè la pressoché unica “comunità”, ad essere un quadro di riferimento nella società “profana”, al di fuori del contesto fideistico dogmatico delle chiese, chiuso alla proposizione valoriale degli “infedeli”, della famiglia il più delle volte precaria se non disciolta, dei partiti indispensabili in democrazia ancorché “di parte” ma che oggi, per lo più, non sanno nemmeno loro da che parte stanno. Questa Gran Loggia è stata un momento di riflessione per andare oltre questa crisi, con una bussola rivolta verso l’essere umano. A partire dal talk show diretto da Alessandro Cecchi Paone in cui, prima dell’apertura rituale dei lavori, Claudio Bonvecchio, Gian Mario Cazzaniga, Dino Cofrancesco, Aldo Masullo, Antonio Panaino e Valerio Zanone si sono confrontati sul tema: “La sfida delle scelte: non numeri ma Uomini per restituire l’Italia all’Europa e l’Europa a se stessa”. Si può dire che il Grande Oriente d’Italia abbia tirato le somme d’un anno speso in giro per il Paese non tanto a celebrare il secolo e mezzo d’unità nazionale, quanto a riproporre una spiritualità civile che possa far da cemento in un contesto sociale “profano” caratterizzato sì da pluralità di valori, il ché è un punto di forza, ma anche da contraddittorietà di sentimenti e comportamenti e da fugacità dei risultati, che è il punto di debolezza dell’attuale vivere comune. Intendiamoci, suscita ammirazione a qualunque spirito non superficiale il mondo antico, in cui forse per millenni si sono ritualizzati i Misteri eleusini ma di cui nulla si sa, in quanto nessun iniziato ha mai proferito verbo. Questa stessa ammirazione, però, ispira i veri maestri massoni, che nulla debbono dire dei lavori rituali in cui si temprano alla battaglia costante per la libertà, l’uguaglianza e la fraternità, ed a cui, tuttavia, proprio l’intuizione del mistero dell’essere umano nel cosmo fa sentire una fratellanza senza distinzioni per ogni essere intelligente e senziente. Tanto spiega come, a margine dei lavori interni, essi abbiano sentito bisogno di esporre ai profani alcuni significativi documenti custoditi dal servizio biblioteca, che coprono il periodo dal XVIII secolo ad oggi. In un mondo in cui le divisioni politiche e religiose sembrano talora degenerare nel “conflitto di civiltà”, il Gran Maestro ha ammesso gli stessi “profani” tra le colonne del Tempio. A chi fantastica di congiure d’illuminati questa è la risposta: una d’esse forse vi è, ma è quella di chi si sforza d’illuminare il mondo contro le tenebre dell’oscurantismo e delle sue ideologie, ed evitare che prevalgano le porte degli inferi dell’intolleranza, della miseria materiale, morale e spirituale che ogni giorno rischiano di spalancarsi sotto i piedi di noi tutti.

Riccardo Scarpa –  opinione.it

Archi e ottoni suonano da Est. A Gubbio l’orchestra di S.Pietroburgo

22 novembre 2011

Domenica 11 dicembre nella chiesa di San Domenico (ore 19.30), la maestria e la qualità del suono dell’ensemble russo, la Russian Chamber Philharmonic scalderanno l’atmosfera eugubina, proiettando gli spettatori nella magia del Natale illuminato dall’Albero più grande del mondo. L’abile “bacchetta” del direttore d’orchestra Juri Gilbo guiderà il complesso sovietico di archi e ottoni, in compagnia del genio della fisarmonica Alexander Hrustevich. L’interpretazione solista dell’Estate di Vivaldi di questo giovane ucraino ha letteralmente fatto impazzire la rete, sbancando su You tube. La Russian Chamber Philharmonic – fondata nel 1990 dai diplomati del conservatorio di stato di San Pietroburgo – è considerata una delle più talentuose orchestre da camera d’Europa, con successo di pubblico e critica come conferma il Koelner Rundschau – importante quotidiano tedesco – secondo cui la musica dei professionisti ruteni ha «un timbro stringa rotondo e pieno, come se formulata con un celebri sale da concerto e festival in tutta Europa, come il Teatro Real di Madrid, la Filarmonica di Berlino, la Filarmonica di Colonia, ma anche il Teatro dell’Opera di Roma – suoneranno insieme nell’unica data italiana proprio per il “Concerto sotto l’Albero”, promosso dal Comune di Gubbio, dal Centro servizi Santo Spirito e da Life in Gubbio Winter, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali, della Regione Umbria e della Provincia di Perugia e con il contributo della Camera di commercio di Perugia, Colacem, Park Hotel Ai Cappuccini e Perugia Musica Classica. Durante la serata l’organizzazione omaggerà artisti e spettatori con un’opera ispirata liberamente all’Albero di Natale più grande del Mondo e realizzata dall’artista eugubino Roberto Fiorucci. Il bozzetto ritrae una figura femminile adagiata a terra, il cui braccio piegatodisegna la sagoma dell’albero di Natale. La donna porta un copricapo decorato con note e chiavi musicali, a richiamare l’evento in programma. Dopo l’accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo, la sera del 7 dicembre, vigilia dell’Immacolata, il Concerto è una delle attrattive più attese. L’appuntamento musicale si è ormai ricavato un posto d’onore nel panorama degli eventi culturali invernali a livello nazionale.

Per informazioni turistiche e prenotazioni contattare Gubbio Servizi

allo 075/9222027 o info@inumbria.net

http://www.chamberphilharmonic.com

Votiamo tutti una ragazza ternana per il Grande Fratello

31 ottobre 2011

 

Stefania Rossi

Stefania Rossi, cantante ternana di 38 anni, potrebbe presto entrare nella casa del “Grande Fratello 12”. Tutto dipenderà dal numero di preferenze che l’artista riuscirà a collezionare, attraverso una sorta di “Televoto” avviata dalla Endemol. In lizza ci sarebbero un centinaio di possibli “riserve” pronte ad entrare nella Casa nei prossimi mesi, tra questi aspiranti “inquilini” c’è anche Stefania Rossi. “Ho fatto il primo provino – spiega l’artista ternana -, lo scorso mese di agosto a Monteveglio (BO), e di recente sono stata richiamata dalla Endemol presso gli studi di Roma per essere sottoposta ad una seconda selezione. Dunque il mio personaggio è piaciuto ed è stato inserito nel lotto delle ‘riserve’ che potrebbero essere ‘ripescate’ da qui in avanti”. Stefania Rossi non fa mistero della sua “necessità” di partecipare ad una trasmissione così importante come il “Grande Fratello”, ricordando di avere una situazione famigliare difficile (è separata, con una figlia diciottenne), e di fare ogni mese grandi sacrifici per tirare avanti la baracca. “Entrare nella Casa – spiega Stefania – equivarebbe ad aumentare a dismisura la mia popolarità, quindi a farmi conoscere da una platea grandissima; ciò mi consentirebbe, una volta uscita, di moltiplicare le mie serate come cantante e anche il mio cachet”. Insomma, nessun mistero su quelli che sono i veri scopi di Stefania Rossi nel volersi cimentare in questa avventura. Intanto, da quando si è sparsa la notizia della possibile partecipazione di Stefania al G.F. 12″, i sue due account di Facebook hanno fatto registrare migliaia di viste ed un aumento straordinario dei suoi  “amici”.
La cantante ternana ricorda che per essere votata è necessario inviare un Sms con il Codice 34639 al numero 4754750, oppure chiamare da telefono fisso il numero 899030309 e digitare il codice 34639.

Torna “Paciano a pranzo con Tavola Grande”,

10 settembre 2011

Una domenica in campagna per il piacere del palato, con musica, piccole mostre, shopping, teatro, passeggiate nell’arte e libri da vivere.

Domenica 11 settembre 2011 nel centro storico di Paciano si tiene “Mille & Una Umbria”, XII edizione del Festival del Turismo Rurale Umbro . Con il Patrocinio di: Regione Umbria, Provincia di Perugia. Il programma avrà inizio alle 11 con il concerto della Banda del paese, seguiranno le passeggiate nell’arte e i laboratori  di gioco e lettura per bambini grandi e piccoli. Alle 12,30 inizierà il “pranzo con tavola grande”, gustosa libagione itinerante per le vie del centro storico, a base dei locali prodotti tipici di qualità, cucinati dalle provette cuoche del paese secondo le antiche ricette pacianesi, accompagnato da un bicchiere di buon vino e allietato da buona musica. Alle 16,30 in Piazza della Repubblica l’estrazione della Lotteria “Estate a Paciano 2011” promossa dal Centro Sociale Anziani e dalla ProLoco per finanziare i lavori del “Centro di aggregazione sociale S. Sebastiano”. Un servizio navetta gratuito dai parcheggi al centro storico è disponibile per il pubblico nella giornata.

InfoPoint per tutte le iniziative: Piazza della Repubblica.

Solo per l’occasione, e poi si vedrà, aprono due mostre: “Chiaro Scuro “, del poliedrico Rowland Jones, una serie di schizzi in bianco e nero che sono stati commissionati per un libro di poesie progettato dal premiato Baer Cornet. Il soggetto è oggetti quotidiani – ‘Natura morta’ del 21 ° secolo!. Dalle ore 11, Via Pompili, 16. Rowland Jones, gallese, affermato compositore, cantante, chitarrista, e pittore. Pacianese d’adozione  dall’inizio degli anni 90, è sposato con Lesley, sua musa ispiratrice. Fa parte della famiglia Mr. Archie, splendido esemplare di Bengal Cat. Dice di se “ Non mi piace dire sono un artista. Canto, suono, scrivo, e scarabocchio!” E noi commentiamo: la semplicità dei grandi! E “C’era una volta…non libri da leggere ma….libri da vivere”, a cura dell’associazione Culturale Specchio sull’Arte e della Biblioteca dei ragazzi del Museo di Arte Povera di Sogliano al Rubicone (FC), promossa dall’assessorato alla Cultura e al Turismo di Paciano. La mostra, anche se molto contenuta, vedrà l’esposizione, di libri a teatrino, o come si dice in gergo moderno, libri Pop Up, ed ha l’ambizione di essere, non solo una mera esposizione, ma un  percorso che vuole insegnare, a grandi e piccini, a vivere ciò che si legge imparando a comprendere il significato che storie di fate, folletti, tigri, orsi e scimmie vogliono trasmetterci. E poi ancora piccolo shopping con gusto per tutte le tasche e perché no, un bel riposino sotto le verdi fronde delle boscose colline. Al termine della giornata, e quasi alla fine del nostro 150°, “quando tutto e di più è stato detto”, anche il Gruppo Teatrale Il Futuro e la Memoria vuole dare il proprio contributo proponendo una raccolta di brani su avvenimenti e personaggi che ci aiuteranno a sorridere attraverso la storia del Risorgimento: va in scena “Sorelle di Taglia”, commemorazione semiseria del Risorgimento. Ore 18,30, nel teatro in piazza della Repubblica.

Un sentito ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale va alla ProLoco per la fattiva collaborazione, agli oltre 200 concittadini generosamente impegnati a vario titolo nella buona riuscita dell’evento, alla storica Banda musicale. Alla Comunità Montana Trasimeno Medio Tevere. Alle aziende Cantina del Trasimeno, Grifo Latte, Frantoio del Trasimeno, La Saporita. A CrediUmbria.

Per informazioni: Facebook: PacianoEventi – http://www.comune.paciano.pg.it