Posts Tagged ‘guardia’

Schiaffi, morsi, botte e umiliazioni agli anziani: la casa di riposo degli orrori a Terni

9 luglio 2013

Quattro soggetti, individuati nel gestore di una residenza per anziani ubicata nel ternano e tre operatori sanitari, fra cui un’infermiera, impiegati nella (more…)

Annunci

Terni: muore guardia giurata sul posto di lavoro

31 dicembre 2012

Forse colpito da improvviso malore, muore a Terni presso il Centro Multimediale dove lavorava la guardia giurata Moreno Francesconi. Colpisce della triste vicenda il fatto che l’uomo fosse  solo al momento del malore e nessuno ha potuto aiutarlo. Il ritrovamento è stato effettuato dal figlio Niccolò segretario Regionale di Intesa Popolare,  ,  che, ironia della sorte,  nel suo impegno politico a lungo si è occupato della sicurezza sul posto di lavoro.

Aldo Tracchegiani, a nome di Italia Federale, porge le condoglianze più affettuose alla famiglia e in particolare all’amico fraterno Niccolò, per la improvvisa perdita del padre Moreno.

Francesco La Rosa di Goodmorningumbria, partecipa al dolore della famiglia Francesconi, e porge le condoglianze più affettuose all’amico Niccolò.

 

Caso Goracci: “Ho visto il marciume con i miei occhi”

16 febbraio 2012

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

Egregio Direttore

Chi Le scrive é il Presidente del “Club della Libertà” della fascia appenninica Eugubino-Gualdese (Perugia). Mi chiamo Cristiano Troiani,ho 37 anni, invalido civile pensionato causa tumore per fortuna superato,moglie e figli a carico Ascolti per favore la mia storia e le dia il peso che merita secondo Lei. Fino a pochi anni fa non mi ero mai avvicinato con ruoli rappresentativi alla politica ma vedendo quello che accadeva a Gubbio, in Umbria e nella mia zona non ho potuto esimermi, tanto era il marciume sotto i miei occhi. Vedendo ieri Goracci in manette non mi pareva di credere ai miei occhi,quante volte ne abbiamo parlato a Perugia di tutti i grossi casini che faceva e permetteva di fare Lei non se lo immagina. Io provengo da una ideologia di destra e muovendomi sul territorio per le scorse Regionali sono stato contattato dalla Consigliera Regionale Rosi Maria PDL la quale tramite l’On. Mario Valducci PDL mi ha assegnato la dirigenza del “Club della Libertà” denominato “LUCEOLI” rappresentante i comuni della fascia Eugubino-Gualdese (Perugia). Sappia che io stesso ho registrato in modalità audio un falso in atto pubblico commesso da pubblico ufficiale nel Comune di Scheggia e Pascelupo (PG) inerente ad un concorso per case popolari,di cui ero tra l’altro concorrente… omissis. Mi reco a Gubbio nella Tenenza della Guardia di Finanza e lì veramente ho trovato la legge, la sana legge. Infatti i finanzieri di Gubbio ascoltano il nastro da me registrato, saltano sulla sedia, accolgono la mia denuncia e partono spediti alla volta del limitrofo Comune di Scheggia e Pascelupo (PG) ove come avrà capito, vigeva la mano oscurantista e protezionista del Goracci e della sua cricca comunista. La GdF di Gubbio staziona quindi per ben 3 giorni (TRE) negli uffici comunali ed interroga,acquisisce documenti, poi addirittura convoca a Gubbio persone in Tenenza. Insomma la patata era bollente. Parliamo dell’autunno 2010, io ancora benché malaticcio e reduce dall’operazione chirurgica che mi aveva asportato il tumore comunque lavoro in zona ma non Le dico quello che mi hanno fatto. TERRA BRUCIATA INTORNO tanto che sono dovuto scappare via dall’Umbria, pensi che mi mandavano i Vigili Urbani …omissis. Ho fatto esposti, denunce tanto che il Capitano della Compagnia Carabinieri Gubbio, il Capitano Iannicca mi convocava in ufficio . Ma l’odio della cricca era troppo forte nei miei confronti e non gli stava bene che avevo sputtanato una loro trama e così avvertivo sempre più distintamente la pressione intorno a me e pensi che tutti ricevettero il contributo per il terremoto come sfollato ma io NO . A quel punto il Consigliere Regionale PDL Rosi Maria, oltre ad essersi battuta per il non insabbiamento dello scandalo e facendo anche intervenire il Generale GdF Cuneo Fabrizio C.te Fiamme Gialle Umbria, mi aiutava proprio economicamente ed io scappavo via dall’Umbria e mi rifugiavo in una località delle Marche dove la stessa possiede un albergo. Tuttora sono li rifugiato e non Le nascondo che i Carabinieri della località marchigiana  resisi conto della macchinazione ai miei danni in quanto mi notificavano azioni di pura fantasia ai miei danni, mi mostravano in quei contesti solidarietà. Se lo ritiene opportuno dia voce ad un Presidente di “Club della Libertà” sul suo Il Giornale , altrimenti inorridisca nel suo privato ma mi creda che non solo é la verità ma posso anche testimoniargliela facendole ascoltare se crede la registrazione del falso in atto pubblico commesso da Pubblico Ufficiale di cui sono in possesso.

Con rispetto

Cristiano Troiani

nota di redazione: questa lettera qui riprodotta in maniera parziale  è stata inviata anche al quotidiano di Milano “Il Giornale”.

Sequestrato un intero borgo in provincia di Perugia

10 ottobre 2011
prefabbricati ancora abitati a giove - fotografia di francesco La Rosa 24 febbraio 2010

prefabbricati ancora abitati a Giove - fotografia di francesco La Rosa 24 febbraio 2010

I  militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Perugia hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP di Perugia, dell’intero borgo di Giove di Valtopina, composto da 55 unità abitative per un valore complessivo pari a circa € 5 milioni di euro. Al sequestro attuale si è giunti in conseguenza delle indagini svolte dalle Fiamme Gialle e dagli esiti delle consulenze tecniche disposte dall’A.G. inquirente che hanno evidenziato gravi irregolarità nell’attività edificatoria per lo più attinenti a violazioni alle disposizioni normative previste per l’edificazione in zona sismica. Nei primi mesi del 2009 i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Foligno procedevano al sequestro probatorio di un’area sita nel Comune di Nocera Umbra, confinante con quello di Valtopina, adibita a discarica abusiva nelle quale venivano ritrovati anche rifiuti pericolosi, con la conseguente segnalazione alla locale A.G. di quattro persone per violazioni alle norme ambientali e penali. I successivi approfondimenti svolti dalle Fiamme Gialle permettevano di stabilire con certezza che i rifiuti depositati nella discarica abusiva provenivano da un cantiere utilizzato per la ricostruzione post-terremoto dell’intero borgo di Giove. La fase successiva delle indagini, culminata con i sequestri odierni, è stata mirata ad individuare l’effettivo e regolare svolgimento dei lavori di ricostruzione post-sisma del borgo di Giove attraverso l’analisi della documentazione acquisita, anche con l’ausilio di consulenti tecnici che, in conclusione, hanno avvalorato le ipotesi investigative dei finanzieri della Compagnia di Foligno confermando le svariate criticità di progettazione e realizzazione con conseguente pericolo per l’incolumità pubblica in considerazione del fatto che la zona d’interesse ricade in un’area ad elevato rischio sismico. A distanza di quasi quattordici anni dallo sgombero delle abitazioni le persone che vi alloggiavano sono ancora sistemate nei container.

La vicenda è stata oggetto di un’attenta campagna stampa e di molteplici trasmissioni televisive che hanno evidenziato la gravità dell’accaduto.

Nota di redazione: anche Goodmorningumbria ha dato grande risalto alla vicenda effettuando sopralluoghi e fotografie.

 

RUGBY, IN SERIE B CADE LA LIOMATIC CUS PERUGIA

28 novembre 2010

di Luana Pioppi

CAPITOLINA – LIOMATIC CUS PERUGIA 25-6

CAPITOLINA: Murer, Pistola, Rebecchini, Marucci, Liviadotti, Diana, Tonnicchia, Menichella, De Michelis, Bernasconi, Martirà, Scoccini, Mattei, Forte, Autieri. In panchina entrati: Luise, Battisti, Capri, Cozzolino, Burrotti, Scaramuzzino, Recchi. All.: Cococcetta.

LIOMATIC CUS PERUGIA: Pacchera, Ferrini, Marchetti, Franzoni (Corbucci), Diconne, Mosese (Angelini), Gioè, Biagini (Tagliavento), Bresciani, Rossetti (Della Ciana), Giorgetti, Cilo (Mennella), Palazzetti (Cassetti 1’st), Cappetti, Russo (Santori). All.: Tagliavento.

PUNTI – PERUGIA: Due calci di punizione di Pacchera (al 3′ e 24′). CAPITOLINA: Meta Scoccini, due calci piazzati ed una trasformazione di Diana (primo tempo). Meta di Liviadotti, meta tecnica trasformata da Murer (secondo tempo)

IN SERIE C LA BARTON ESPUGNA LA GUARDIA MARTANA

GUARDIA MARTANA – BARTON RUGBY PERUGIA 3-29

GUARDIA MARTANA: Taddei, Berrettoni, De Pretis, Proietti, Corpetti, Belli, Batini, Mariani, Palazzari, Palermi, Pericolini, Iachettini, Marchetti, Ugolini, Ranchicchio. Entrati: Massoli, Moscetti, Trastulli. All.: Filippo Calzolari.

BARTON RUGBY PERUGIA: Etchbarne (Nasoni), Manfroni, Chiappini, Bertini, Leschi (Cecchetti), Biondo, Germini, Polito (Lucacci), Franzoni, Signorini, Calzoni (Marini), Campus, Mattioni, Fantini, Tullo (Paolomba). In panchina: Zannoli e Rossi Beccafico. All.: Sergio Speziali.

PUNTI – PERUGIA – Mete: Tullo (2), Franzoni (2), Cecchetti. Due trasformazioni di Biondo. GUARDIA MARTANA – Un calcio piazzato di Corpetti.

LA LIOMATIC UNDER 18 CONQUISTA LA SUA PRIMA VITTORIA A FIRENZE

GUARDIA MARTANA – BARTON RUGBY PERUGIA 3-29

GUARDIA MARTANA: Taddei, Berrettoni, De Pretis, Proietti, Corpetti, Belli, Batini, Mariani, Palazzari, Palermi, Pericolini, Iachettini, Marchetti, Ugolini, Ranchicchio. Entrati: Massoli, Moscetti, Trastulli. All.: Filippo Calzolari.

BARTON RUGBY PERUGIA: Etchbarne (Nasoni), Manfroni, Chiappini, Bertini, Leschi (Cecchetti), Biondo, Germini, Polito (Lucacci), Franzoni, Signorini, Calzoni (Marini), Campus, Mattioni, Fantini, Tullo (Paolomba). In panchina: Zannoli e Rossi Beccafico. All.: Sergio Speziali.

PUNTI – PERUGIA – Mete: Tullo (2), Franzoni (2), Cecchetti. Due trasformazioni di Biondo. GUARDIA MARTANA – Un calcio piazzato di Corpetti.