Posts Tagged ‘mirabassi’

Moda:Tre nuove boutique per il marchio del cashmere umbro Lorena Antoniazzi

26 maggio 2016
Lorena Antoniazzi e Luca MIrabassi

Lorena Antoniazzi e Luca Mirabassi

Saint Moritz, Cortina e Porto Cervo, tris di aperture per il brand umbro del cashmere di alta gamma di casa Sterne International. Tre importanti traguardi per Lorena Antoniazzi che conferma l’avanzata verso una selettiva strategia distributiva, concentrata nelle mete di vacanza più prestigiose.

L’apertura delle nuove boutique monomarca, previste rispettivamente in Palace Galerie Saint Moritz, Corso Italia a Cortina e La Passeggiata a Porto Cervo, conferma anche una politica d’immagine che sceglie con attenzione le vie dello shopping cosmopolita, legato alle presenze, nelle più belle e prestigiose località di vacanza internazionali. (more…)

Annunci

MUSICA, TEATRO, DANZA, ARTI VISIVE NEL PARCO DEL FUSEUM

17 luglio 2013

Prende il via il 18 luglio alle ore 20,30, nella cornice del bellissimo parco museale del FUSEUM – Centro d’arte di Brajo Fuso ( Strada Cappuccini – Monte Malbe, Perugia) la III edizione della rassegna estiva di spettacoli di musica, teatro, danza ed installazione d’arte. La rassegna, con il (more…)

Teatro: Nuovo spettacolo dei burattini del Bartoccio

21 gennaio 2013

bartoccio burattini 033Cresce l’attesa per le nuove avventure create dal laboratorio Tieffeu per le Giornate del Bartoccio

Anche quest’anno, all’interno delle Giornate del Bartoccio, è previsto uno spettacolo di burattini intorno al personaggio del Bartoccio, il contadino del Pian del Tevere che sale a Perugia a fare la satira dei potenti e della società e rimette le cose a posto usando il suo nodoso bastone.

Lo spettacolo, realizzato dal laboratorio Tieffeu su testi di Renzo Zuccherini e con la regia di Mario Mirabassi, si terrà sabato 9 febbraio alle 16,30 alla Sala dei Notari: (more…)

Sotto il vestito… affabulazione perugina di Giampiero Mirabassi

18 dicembre 2012
google street wiev

google street view

di Costanza Bondi

Tra le iniziative proposte dal Comune di Perugia e dell’Accademia del Dónca per le festività natalizie 2012, la manifestazione di ieri pomeriggio si è svolta alla sala dei Notari, ospiti dello storico patron Sandro Allegrini.

Giampiero Mirabassi, affiancato dai “complici” affabulatori Giulio Bartolucci e Federica Nossini, ci ha proposto col grande umorismo che gli è proprio, intercalato da momenti riflessivi sull’avventura esistenziale umana, quella che lui stesso ha definito una coserella per passà ‘na bell’oretta tra amici. Il tutto accompagnato dalle dolci note della giovane arpista Rachele Spingola. (more…)

LIBRI:FLORIANA LA ROCCA, HALOREN! STORIA DI UNA NOBILE ZINGARA

19 giugno 2012

Presentazione del nuovo romanzo di A. Floriana La Rocca, HALOREN! STORIA DI UNA NOBILE

Floriana La Rocca

ZINGARA (Albatros), che si terrà a Castello delle Forme (Pg), il 23 giugno, ore 19:00, presso l’Associazione Anspi. Con l’Autrice e i relatori: il Poeta Giampiero Mirabassi, e i Critici d’Arte, Franco Bozzi ed Enrico Sciamanna, sarà presente l’Assessore alla Cultura del Comune di Marsciano, dott.ssa Valentina Bonomi. La FESTA GITANA potrà contare anche sulla presenza di Musicisti, Giocolieri e Danzatori. In conclusione, Floriana La Rocca canterà alcuni brani popolari, accompagnata dalla chitarra di Mirco Bonucci.

Emozioni, ritmo, grande musica … come solo il jazz sa offrire.

16 luglio 2011

Dee Alexander

di Roberta Capodicasa

Mentre il  Festival rapidamente sta raggiungendo il suo termine e tra ventiquattro ore Perugia perderà d’improvviso il carattere di polis internazionale rivestito i questi giorni, è bello guardare indietro ad alcune  profonde emozioni che anche quest’anno Umbria Jazz ha trasmesso:  parlo dei ‘pochi’ concerti cui sono riuscita ad assistere.

Folgorante la voce della cantante jazz di Chicago  Dee Alexander  nella serata inaugurale al Santa Giuliana e ancora più emozionante l’esecuzione di Herbie Hancock, Wayne Shorter, Marcus Miller che,  in occasione del ventesimo

Chihiro Yamanaka

anniversario della morte di Miles Davis , hanno tenuto uno splendido concerto. Impossibile non fermarsi a spendere preziose parole per la pianista  giapponese Chihiro Yamanaka che nella stessa sera ha colmato l’Arena  di ritmi straordinari su una tecnica pianistica eccezionale,  così come ha ripetuto la sera successiva la sua connazionale Hiromi che anticipava il concerto del grande maestro del pianoforte Ahmad Jamal; entrambi hanno lasciato col fiato sospeso il pubblico amante del pianoforte-Jazz nella sicura certezza che

Branford Marsalis

con tali rappresentanti il Jazz non morirà mai!  La serata successiva del Santa Giuliana ha visto protagonista il sassofono di Branford Marsalis che ascoltavo, ahimè, per  la prima volta  e che mi ha lasciato letteralmente senza fiato  in un crescendo continuo di emozioni.

Si sono così concluse le mie serate Umbria Jazz all’ Arena visto che amo ascoltare, in occasione dl  festival del Jazz,  solo Jazz e che gli appuntamenti successivi ivi previsti, pur comprendendo grandissimi nomi, non erano dedicati a questa sonorità: ho fatto una eccezione per Liza Minelli che ha suscitato, nonostante tutto, la mia simpatia e la mia profonda tenerezza.  Sono cominciati ,dunque, per me i concerti che non prevedevano

Gabriele Mirabassi

grandissimi nomi, ma sicuramente grandissima musica; il primo grande meraviglioso è stato quello ‘round midnight del perugino Gabriele Mirabassi , un clarinetto che sembrava tutt’uno con colui che lo suonava, che si muoveva  danzando  e  ondeggiando  fino a cercare luoghi inaccessibili dell’anima come solo il jazz sa fare. Nonostante il caldo sentito nel teatro, questo è il concerto in assoluto più suggestivo cui ho assistito nell’edizione 2011 di Umbria Jazz e sono stata veramente fiera di avere un così grande concittadino; sì, perchè Gabriele Mirabassi è nato a Perugia e qui ha studiato la musica alimentandosi sicuramente anche al contesto eccezionale fornito ormai da anni da Umbria Jazz. Al di là della tecnica singolare e unica di Gabriele, non è possibile non spendere qualche parola per la piccola band di bravissimi giovani musicisti argentini che hanno suonato con lui: il jazz

anat cohen

come diceva in Inglese un esponente dell’European Jazz Ensamble, appartiene a tutti  i popoli. E su questo tono era anche ieri sera al Brufani Anat Cohen che,  ancora una volta con il  clarinetto, protagonista quest’anno di molti momenti  per me unici, ha saputo davvero emozionare un numero più ristretto di ascoltatori presenti nella sala Raffaello dell’Hotel. Tale tipo di concerti è effettivamente più intimo  e particolare e, se pure vale la pena ascoltarli tutti, è quello che riscontra il mio assoluto favore.

Smetto  di scrivere questa nota  amabile considerando che nelle prossime brevissime 24 ore avrò forse l’opportunità di ascoltare ancora dal vivo del Jazz  che,  se non si fosse capito, è la mia musica preferita. Ogni volta è un po’ un leggero e fluttuante ‘soffrire’ sapere che bisognerà aspettare un altro anno per ritrovare l’atmosfera unica trasmessa da Umbria Jazz.

Tessile: maglieriste, un mestiere artigianale che piace ai giovani tutte assunte le 12 maglieriste formate da Confindustria

16 dicembre 2010

Hanno ritirato stamani l’attestato di partecipazione le 12 maglieriste che hanno appena concluso il loro percorso formativo per operatrici del comparto tessile organizzato da Sistemi Formativi Confindustria Umbria e finanziato dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito del “Bando Occupabilità” della Provincia di Perugia.

Le giovani donne hanno già trovato un’occupazione nelle imprese che operano nel comparto e che da tempo fanno fatica a trovare profili professionali adatti alle loro esigenze produttive.

Nel corso di una conferenza stampa – stamani nella sede di Confindustria Perugia – l’assessore provinciale alla Formazione Giuliano Granocchia e il presidente del sindacato dell’Industria Tessile di Confindustria Perugia Gianluca Mirabassi hanno presentato i risultati del corso si è concluso recentemente dopo un anno tra lezioni in aula e tirocinio in azienda. Alla conferenza hanno partecipato, oltre alle allieve che hanno ritirato l’attestato, il direttore di Confindustria Perugia Aurelio Forcignanò e Nicola Modugno, coordinatore dei Sistemi Formativi di Confindustria Umbria che si sono occupati di tutti gli aspetti organizzativi e di gestione del corso.

“Siamo riusciti a mettere in campo – ha spiegato Granocchia – una formazione non solo di qualità, ma che offre occasioni di acquisire competenze professionali che non possono essere apprese nel normale circuito scolastico. Le offerte di lavoro giunte alle giovani maglieriste sono il frutto e la conseguenza di una formazione professionale accurata e soprattutto che risponde alle reali esigenze delle aziende”

Il percorso formativo, infatti, era stato progettato tenendo conto delle esigenze delle imprese tessili associate a Confindustria che avevano segnalato la necessità di formare alcune delle principali figure professionali di riferimento per il comparto come appunto maglieriste, rammagliatrici, rammendatrici che rappresentano un cardine per mantenere alti gli standard di qualità e di artigianalità tipici delle aziende umbre operanti in questo settore.

“Le nostre aziende – ha sottolineato il presidente Mirabassi – da tempo si sono rese conto che è una questione di fondamentale importanza, per mantenere elevati i livelli di qualità, competitività e artigianalità, realizzare iniziative volte a supportare il necessario ricambio generazionale delle maestranze aziendali che sono per noi pilastri della cui professionalità non possiamo fare a meno. La nostra regione è conosciuta nel mondo proprio perché capace di coniugare le qualità artigianali alle capacità innovative. La maglierista, oggiAggiungi un appuntamento per oggi, – ha aggiunto Mirabassi – è infatti una figura professionale altamente qualificata, con competenze specifiche su sicurezza e controllo qualità e capace di garantire la produzione di un capo di maglieria attraverso l’utilizzo delle più moderne tecnologie e di macchinari all’avanguardia”.

Proprio nella consapevolezza dell’importanza della formazione, nel 2006 è stato costituito il Polo formativo IN.TEX Umbria nato dalla collaborazione fra Imprese, Università, Centri di ricerca, Associazioni di categoria, Enti di formazione e Istituti scolastici e volto ad erogare percorsi formativi per la qualificazione professionale degli operatori delle imprese del settore.

Il corso per maglieriste è frutto anche di questa esperienza e vuole essere un primo esperimento per la formazione di altre figure professionali da inserire nelle aziende del comparto del tessile e dell’abbigliamento che hanno sempre più bisogno di figure altamente qualificate, con competenze specifiche su sicurezza e controllo qualità e capaci di garantire la produzione di un capo di maglieria attraverso l’utilizzo delle più moderne tecnologie e di macchinari all’avanguardia.

In programma con il Polo IN:TEX ci sono altri due corsi che interessano il settore: uno strettamente dedicato alla produzione e l’altro legato agli aspetti commerciali.

 

GIANMARIA TESTA E GABRIELE MIRABASSI – “DA QUESTA PARTE DEL MARE”

16 novembre 2010

PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI

Via Metastasio, 18 Assisi
venerdì 26 novembre · 21.30 – 23.30

Gianmaria Testa è un cantautore profondamente popolare e raffinato al tempo stesso, con la sua voce roca e vellutata che fa della canzone nuda la sua vera forza. I suoi testi sono come piccole poesie che parlano di nebbie e di incontri, di solitudini e di colline, e le sue musiche che evocano il tango, il jazz, la bossanova, la habanera, il valzer, creando suggestioni calde, intense, che sanno avvolgere. l’album che dà il titolo… alla serata – “Da questa parte del mare” ha ricevuto la Targa Tenco 2007 come miglior album dell’anno.
Gianmaria Testa ha da sempre unito il suo nome a grandi esponenti del jazz italiano come in questo caso con Gabriele Mirabassi, attualmente uno dei più importanti e riconosciuti clarinettisti a livello europeo e non solo, vincitore, tra l’altro, col suo “Canto di Ebano”, del Top Jazz 2008 come miglior disco dell’anno.
Dall’incontro tra questi eccezionali musicisti, ormai suggellato da lunghe e importanti collaborazioni – prima tra tutte quella col grande scrittore Erri De Luca – non poteva che nascere uno straordinario duo, trascinante nel timbro vocale dello chansonnier piemontese e nelle emozioni virtuose che il clarinettista umbro sa regalare. Una formazione necessariamente intima ma molto intensa e forte, soprattutto nei contenuti che vuole comunicare perché in ogni occasione si infilano tra le note delle canzoni, le parole di alcuni grandi poeti: il già citato De Luca, la poetessa polacca Wislawa Szymborska ed altri. Un concerto che è un dialogo fitto tra due voci. Tra canzone d’autore, grande jazz e bella letteratura, per uno spettacolo autenticamente popolare.

Per Info e Prenotazioni: 333 7853003 – 335 8341092 – info@teatroinstabili.com