Posts Tagged ‘museo della canapa’

In Umbria i “Musei che hanno stoffa”

11 giugno 2010

Glenda Giampaoli direttrice del Museo della Canapa e Tullio Fibraroli sindaco di s. Anatolia di Narco

Il progetto ‘Musei che hanno stoffa’ nasce su iniziativa del Comune di Spoleto insieme al Comune di Sant’ Anatolia di Narco. L’ idea, veramente apprezzabile, è stata estesa ad altre strutture del Sistema Museale dell’Umbria che sono dedicate al tema o che possiedono manufatti in tessuto, pizzo, merletti, paramenti sacri etc. L’Umbria annovera un nutrito numero di musei che ospitano collezioni di tessuti o manufatti tessili di vario genere e alcuni di essi peraltro hanno carattere monotematico e fanno di questa tipologia l’esclusivo oggetto della loro attività espositiva.

Disegno di Chiara Lorenzini

I prodotti
Ecco la ragione per fornire ai frequentatori di questi musei uno strumento pratico per affrontare una visita ed insieme la possibilità di archiviare elegantemente i ricordi delle visite fatte. Ogni museo ha una sua scheda esplicativa ( due nel caso di musei dedicati esclusivamente alle arti tessili) nella quale sono presentate sinteticamente le collezioni e le tipologie esposte, accompagnate da una selezione di immagini. Le schede saranno messe a disposizione del pubblico all’ interno dei musei e l’intera serie potrà essere conservata in un raccoglitore appositamente realizzato, che diventerà una vera e propria guida al circuito dei musei tessili.
La formula ‘aperta’ di questo progetto costituisce una novità negli strumenti dfi comunicazione dei musei umbri, e sarà certamente apprezzata da quanti cercano nell’ esperienza mussale una non scontata varietà di spunti di approfondimento.
Oltre alle schede è stato realizzato anche un prodotto dedicato ai bambini: ‘Véstiti, andiamo al museo’ è un fascicolo con bamboline di carta da ritagliare e vestire con abiti ripresi dai costumi e accessori conservati nei musei umbri. Oltre al gioco, nel fascicolo sono anche le schede e le foto dei veri esemplari, in momo da attivare curiosità e stimolare la conoscenza di materiali considerati di non facile apprezzamento.
Al gioco “Véstiti, andiamo al museo” è dedicato uno speciale laboratorio, organizzato presso i singoli musei, nel pomeriggio di sabato 12 giugno dalle 15.00 alle 18.00.

per informazioni sulle visite al Museo della canapa e altri musei che aderiscono al progetto tel. 333 60 99 614 – 0743 613149

Il Museo della Canapa – Sant’Anatolia di Narco (PG)

18 gennaio 2010

Glenda Giampaoli

Il Museo: la sede e la raccolta
Il Museo della canapa che ha sede nell’ex-palazzo comunale di Sant’ Anatolia di Narco costituisce una delle antenne dell’Ecomuseo della Valnerina e al suo interno sono visibili strumenti legati al ciclo della canapa e della tessitura  recuperati nel territorio della Valnerina, a partire dagli anni ’70 del 1900 fino ai giorni nostri. Scopo del museo è quello di illustrare il ciclo di lavorazione della canapa,  pianta coltivata prevalentemente ad uso tessile e per cordami in tutta la Valnerina, sia nelle zone di montagna che, soprattutto, nei terreni lungo
il fiume Nera denominati tuttora “Canapine”.  Una sezione è interamente dedicata sia alla collezione tessile formata dal  fondo “Lamberto Gentili” che da manufatti donati dagli abitanti di Sant’Anatolia di Narco. Realizzati tra la fine dle XVIII e la prima metà del XX  secolo, tutti gli oggetti esposti sono realizzati in canapa , lino, lana e cotone, come sacchi per la farina, lenzuola, fasce per i neonati, coperte, teli per il pane.Parte integrante del Museo è il laboratorio di tessitura con telai manuali moderni, al contempo strumento didattico e laboratorio di studio. L’intento  del Museo è infatti è quello di sviluppare, attraverso l’esperienza laboratoriale, la conoscenza di saperi e di abilità, tramandati dal passato con un potenziale collegamento con la realtà contemporanea.

Grazie alle diverse tipologie di telai presenti nel laboratorio del Museo é possibile, inoltre, apprendere diverse tecniche tessili per poter meglio comprendere come si passa da una semplice pianta ad un groviglio di fili ed infine ad un tessuto

raccolta della canapaIl laboratorio ed i corsi
Il laboratorio di tessitura costituisce il cuore ed il centro nevralgico del museo. Con cadenze settimanali e mensili si svolgono corsi di didattica tessile con diverse tipologie di telai rivolti sia a bambini che ad adulti. In particolare sono attivi corsi di:
Tessitura con telai a pettine-liccio
Tessitura con telai a licci
Tessitura con telaio verticale
Tessitura con triangle loom
Tessitura con telai per fiori
Feltro ad ago
Ricamo, maglia e Knitting loom
Uncinetto
Orari del museo:
Lunedì: chiuso
Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì: dalle 9.00 alle 13.00 su prenotazione
Martedì e giovedì: dalle 15.00 alle 18.00
Sabato: dalle 14.30 alle 18.00
Domenica: su prenotazione 0743. 613149   –  333 60 99 614

anatolia.narco@tin.it

La direzione didattica del museo organizza, inoltre, percorsi didattici mirati indirizzati principalmente alla scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e, su richiesta delle scuole interessate, può collaborare alla progettazione e realizzazione di
specifici percorsi educativi e di approfondimento in base alle diverse esigenze didattiche.
Tali percorsi possono prevedere lezioni presso il museo e/o in classe, visite nel territorio secondo modalità variabili da concordare.