Posts Tagged ‘parcheggi’

Luciani e Castori (Forza Italia): Falsi allarmismi sui parcheggi per disabili

26 marzo 2016

parRiceviamo e pubblichiamo

In merito alle mancate sanzioni nelle aree di sosta riservate ai disabili, i Consiglieri FI Castori e Luciani tengono a precisare che le Forze dell’Ordine possono già sanzionare i trasgressori, laddove il privato abbia fatto richiesta di spazi riservati alla sosta dei veicoli al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria.

La polizia locale è già in grado di sanzionare l’indebita occupazione degli spazi per disabili anche nelle aree private aperte al pubblico, quali parcheggi di centri commerciali, supermercati o cinema quando gli stessi operatori commerciali abbiano presentato specifica istanza al Comune. (more…)

Annunci

Parcheggi scontati, la “casta” non conosce il pudore!

13 settembre 2013

riceviamo e pubblichiamo

La casta nostrana, composta da consiglieri e giunta comunale, ancora una volta occupa le notizie di cronaca per i suoi ennesimi privilegi. L’ultima vergogna riguarda la convenzione per l’abbonamento ai parcheggi a pagamento a prezzo (more…)

VUOI IL MIO PARCHEGGIO? PRENDI ANCHE IL MIO HANDICAP PERO’

10 settembre 2012

Barbara Gentile

di Barbara Gentile

Parcheggiare è sempre un problema per tutti, ma chi ha handicap motori come me, quando vede lo spazio giallo occupato, si sente persa. Lo spazio giallo è lo spazio riservato ai portatori di handicap, che per maggiore chiarezza prevede anche il disegnino della sedia a rotelle, sempre giallo. Nonostante tutti questi (more…)

PERUGIA – IL CENTRO DEVE FARE “SISTEMA”

6 gennaio 2012

di Ciuenlai

Finalmente qualcosa si muove. Le iniziative del Comune di Perugia per rivitalizzare il Centro Storico, buone o cattive che siano, hanno il merito di rimettere in moto una specie di forum delle idee, che una lunga fase politica di disimpegno, aveva reso silente. Risvegliare la voglia di discutere e partecipare non è cosa da poco. Ma attenzione! Bisogna partire col piede giusto ed evitare di imboccare strade pericolose. Ci sono due elementi, legati tra loro, che mi paiono ancora carenti e che rischiano, se non affrontati, di rendere vano ogni sforzo di rinascita dell’acropoli. C’ è una prevalenza di proposte per organizzare l’afflusso al centro. Minimetro anche di sera, minibus notturni, parcheggi meno cari. Tutte cose ottime, ma immediatamente sorge spontanea una domanda “più mobilità per che fare?”. A che serve aumentare le possibilità di accesso se non si aumentano le attrattive e i motivi per salire? E quindi arriviamo al secondo elemento che mi sembra non essere ancora abbastanza presente. Il centro deve fare sistema ed offrire, ogni giorno qualcosa, per cui vale la pena di venirci. L’aumento dei luoghi della cultura (San Francesco al prato, le nuove scoperte sotto al Duomo ecc.) non costituiscono di per se un automatico aumento di presenze. Se l’acropoli del capoluogo non si organizza come una proposta unica che incastra le iniziative periodiche (mercatini, manifestazioni grandi e piccole, eventi, mostre ecc.) con l’offerta quotidiana (cinema, teatro, concerti) ed infine, con il tessuto economico (ristorazione, locali di ritrovo, luoghi dedicati alle botteghe artigiane), non darà mai l’idea che un “nuovo centro è possibile”. Lo ripeto fino alla noia, se si vuole spingere la gente ed i cittadini a riappropriarsi del simbolo della loro città, bisogna, che ci sia sempre una ragione per andarci, una per viverlo e una per amarlo. E’ questo processo che poi può convincere le persone che possono permetterselo (il mercato immobiliare ha ancora costi proibitivi per le normali famiglie) a tornare anche ad abitarci. Semplicemente perché ne vale la pena. Ma se si continua a fare di ogni cosa un elemento staccato dagli altri, il risultato, temo, che sarà, ancora una volta, scadente

Elce. I cittadini protestano. Il Comune risponde con le multe !!!

16 dicembre 2011

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

Un intero quartiere dove i residenti non sanno dove parcheggiare le proprie auto. Divieti di sosta e di fermata distribuiti a piene mani. Totale assenza di parcheggi gratuiti. Pattuglie di vigili urbani – oggetto misterioso nelle zone calde della città che dovrebbero essere controllate – presenti in forza ad elevare contravvenzioni per fare cassa. I cittadini sono giustamente esasperati. L’assessore Ciccone cade dalle nuvole. Afferma di aver appreso solo dalla stampa i disagi della popolazione. Era troppo impegnato a “non lasciare in mezzo alla strada” i “poveri” dirigenti comunali ai quali, a norma di legge, non potrà essere rinnovato l’incarico. Quell’incarico che la politica clientelare della giunta di sinistra aveva loro “regalato”. I Consiglieri Comunali, di maggioranza e di opposizione, riservano la propria attenzione ed i propri sforzi ad escogitare escamotage per aumentarsi i gettoni di presenza. I problemi della città possono attendere. Così vanno le cose a Perugia. E i cittadini pagano !

Carla Spagnoli  – Commissario di Futuro e Libertà Umbria

 

Massa Martana, parcheggi per invalidi sempre occupati

3 giugno 2011
LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA
Vorrei esprimere la mia indignazione per il comportamento usato da un Consigliere Comunale (Carla Gentili) e da un Assessore Comunale (Francesco Federici), infatti non è la prima volta che noto le loro vetture parcheggiate in un parcheggio per invalidi a Massa Martana.
Questo comportamento da parte di chi ci amministra è vergognoso!
Gradirei la pubblicazione sul sito, grazie per l’attenzione.
Giorgio Lorenzi – Un massetano arrabbiato e deluso!

Perugia, Il “ Regalo di Natale “ dell’Amministrazione Comunale agli abitanti di Porta Sant’Angelo

24 dicembre 2010

LETTERA A GOODMORNINGMBRIA

A partire dal giorno 3  Dicembre 2010  gli abitanti del Rione di Porta Sant’Angelo si sono trovati improvvisamente a vivere in una condizione al limite del sopportabile.

L’amministrazione Comunale ha deciso di far multare, con raid giornalieri , tutte le autovetture, con o senza permesso, in sosta  lungo Corso Garibaldi.

Sono tanti anni che noi  residenti del Borgo sollecitiamo le varie Amministrazioni che si sono succedute affinché vengano risolti i problemi di viabilità del quartiere nell’unico modo possibile: controllo degli accessi e realizzazione di parcheggi pertinenziali.

Per il primo punto l’attuale Amministrazione ha invero provveduto ad installare un varco SITU  che è già attivo , ma con effetti sanzionatori a partire da Gennaio.

Per quanto riguarda il problema  dei parcheggi pertinenziali  le Amministrazioni  Comunali passate e quella attuale non hanno  realizzato assolutamente nulla se si esclude la risistemazione del parcheggio ex Penna Ricci del tutto insufficiente ed  hanno sempre disatteso  agli impegni presi in materia di vivibilità e agibilità , parole  spesso pronunciate  dai nostri amministratori.

Noi residenti di Porta  Sant’ Angelo  siamo indignati ed esasperati per aver subito da   anni un vero “Far West” viario e dover ora pagare , nel senso letterale del termine,  la  mancanza di un serio piano per la viabilita’ e i parcheggi .

L’ Associazione “ Vivi il Borgo”  ha più volte fornito all’Amministrazione una dettagliata pianta in cui vengono identificati, nel rispetto di criteri civico-stradali (spazio per il passaggio delle ambulanze etc), un certo numero di posti auto , ha indicato aeree possibili da sistemare  a parcheggi ed ha avuto nei confronti dei vari assessori,  durante le numerose riunioni tenute presso la sede dell’Associazione, un atteggiamento collaborativo e costruttivo

Noi cittadini chiediamo, anzi richiediamo per l’ ennesima volta ,  che finisca questa persecuzione  giornaliera ,  che si faccia un censimento attento di tutti  posti macchina  nel quartiere in relazione ai permessi erogati, che si studi una più razionale organizzazione degli spazi per la sosta e si cambino di conseguenza i cartelli di divieto, che si programmino e si realizzino,  nel più breve tempo possibile,   dei parcheggi all’ esterno del Cassero,  che si stipulino convezioni agevolate con il  parcheggio di via Sant’Antonio.

Inoltre, per dare un senso alla parola “ agibilità”,  vogliamo ribadire il diritto ad una accessibilità del quartiere da parte non solo dei residenti, ma di tutti i cittadini, degli studenti italiani e stranieri che qui abitano, di coloro che hanno attività commerciali   e dei   turisti.   Corso  Garibaldi, con un adeguato parcheggio nella zona nord,   potrebbe essere  infatti  una direttrice privilegiata  per accedere al Centro a piedi sia per gli  abitanti delle zone limitrofe che per i  turisti,  con una conseguente  valorizzazione delle sue risorse storico-artistiche  e una rivitalizzazione degli esercizi commerciali ed artigianali.  Invece una politica colpevolmente poco oculata sta  ghettizzando e spopolando il quartiere e  rischia anche di vanificare gli interventi positivi che sono stati realizzati.

Noi  abitanti  saremmo ben felici di avere Corso Garibaldi sgombro dalle macchine, ma chiediamo  di risolvere prioritariamente il problema dei parcheggi prima di essere “ puniti”  con multe indiscriminate  per la  nostra caparbietà  di  voler continuare a vivere, in  mezzo a tante difficoltà, in Centro Storico.  Gli amministratori  sappiano  che ormai il tempo delle parole e delle riunioni amichevoli è finito , li richiamiamo al loro dovere istituzionale e a  dimostrare  con fatti concreti la loro capacità di “ buon governo” non solo a noi residenti, ma a tutti i cittadini che hanno  a cuore la conservazione e la fruibilità  del Centro Storico della nostra bella  Città.

L’Associazione “ Vivi il borgo”

L’Augusta Perusia diventa ANGUSTA Perugia

7 ottobre 2010

Carlo Castori Consigliere Comunale PdL

Eurochocolate 2010 si svolgerà a Perugia dal 15 al 24 ottobre. Scontata l’importanza della manifestazione per l’immagine della città e per il turismo, però siamo di fronte alla solita cecità dell’Amministrazione di sinistra. Con l’ordinanza 1161 del 5 ottobre si sopprimono gli stalli di sosta su Piazza Italia, Piazza Matteotti dall’8 al 25 ottobre. I penalizzati sono, questa volta, gli hotel dell’Acropoli che, in questo periodo, proprio grazie ad Eurochocolate, riescono a riempire le stanze, contribuendo allo sviluppo economico della città. Come faranno senza posti auto centrali ad essere appetibili? Come faranno i poveri clienti a scaricare le valige?

“È lecito che gli alberghi del centro storico – dichiara il Consigliere Comunale del PdL Carlo Castori – abbiano la possibilità primaria, di poter far accedere a Piazza Italia i turisti che hanno delle prenotazioni alberghiere e la possibilità di poterli far parcheggiare in aree riservate (anche pochi posti, magari in Viale Indipendenza e via Marzia, equiparandoli ai residenti del settore 1) e di poter transitare verso gli unici due garage privati (a pagamento) del centro storico, cioè il Garage Priori e il Garage di via della Sapienza. Leggendo l’ordinanza al punto 1 e punto 3, tutto questo viene negato dall’ 8 al 25 ottobre, cioè quasi un mese! Per non parlare della scarsa tempestività degli organi preposti, nel comunicare l’ordinanza stessa e i nuovi divieti. Magari avendolo saputo prima ai clienti gli sarebbe stato comunicato al momento della prenotazione!>