Posts Tagged ‘pieroni’

MARZIO PIERONI È IL NUOVO PRESIDENTE DEL LIONS CLUB CORCIANO

6 luglio 2013

È Marzio Pieroni il nuovo presidente del Lions Club Corciano – Ascanio della Corgna, che succede, per l’anno 2013-2014, a Gianna Devalle, al termine di “un’annata – ha commentato la presidente uscente – di intensa e stimolante (more…)

Rifiuti, l’Assessore Pesaresi risponde a Fabio Pieroni

20 marzo 2012

Gent.mo Pieroni

La ringrazio per l’attenzione e la sensibilità che dimostra verso il tema rifiuti e decoro urbano. Purtroppo come si nota anche dalla sua immagine ci sono ancora molti incivili che si divertono a gettare rifiuti (talvolta anche sacchetti dell’immondizia buttati dal finestrino dell’auto) nelle piazze, nei parcheggi, nelle scarpate delle strade, nei campi, nei parchi, nelle aree verdi, ovunque tranne che nel proprio “giardino”. Purtroppo l’abbandono dei rifiuti è un fenomeno molto diffuso anche a Perugia e questo non aiuta perchè tutto ciò ha un costo che ricade sempre nelle tasche dei cittadini tanto più se si tratta di rifiuti ingombranti (televisori, frigoriferi, water, lavandini…..) che ogni anno per rimuoverli incidono per circa 200.000€ nel piano finanziario del servizio comunale. Tutto questo nonostante ESISTE DA MOLTI ANNI un servizio di Gesenu che provvede gratuitamente a ritirare gli ingombranti a domicilio previa telefonata al filo diretto. E’ davvero paradossale ma è ancora così. Ci aiuti anche Lei a sensibilizzare gli incivili . Il Comune di Perugia è molto attento e ogni giorno si adopera per prevenire i danni, i conflitti sociali, l’inquinamento ambientale attraverso i controlli ambientali, le campagne di comunicazione ed educazione ambientale nelle scuole e nei territori attraverso anche numerosissimi e partecipatissimi incontri pubblici. Da ultimo con il progetto “adotta una strada” al quale Le chiedo di aderire, stiamo svolgendo una grande operazione di ripulitura delle strade grazie al lavoro di tante associazioni territoriali, volontari, protezione civile …Alcuni disagi e disguidi nel servizio di spazzatura o ritiro dei rifiuti tuttavia si riscontrano specie in città ma sempre con rimedi puntuali cercando di rispondere efficacemente alle sollecitazioni dei cittadini che non vengono mai disattesi a partire dalla sottoscritta. Sulla tariffa nonostante Lei abbia ragione perchè la raccolta differenziata “porta a porta” (un atto di civilità oltre che un obbligo di legge) ha un costo più elevato almeno fino a quando non si entra a regime nel 70% della popolazione perugina, tuttavia tengo a precisare che la TIA è comunque contenuta almeno da due anni, grazie al minore conferimento di rifiuti indifferenziati in discarica e dunque ai minori costi di gestione della stessa. Quello che Lei chiama “aumento” in realtà è l’adeguamento annuale agli indici di inflazione così come avviene per ogni servizio o acquisto di beni…. Credo che Perugia meriti di più per quello che facciamo, sicuramente in maniera più o meno condivisibile, credo che vada più rispetta e amata da tuttti dimostrando che tutti insieme possiamo credere e concorre con orgoglio e talento nel fare di Perugia la Capitale europea della cultura, città della pace e della convivenza civile. Anche in questo senso svolgo responsabilmente il mio ruolo di amministratrice al servizio di tutti.

Disponibile ad incontrarLa Con rispetto e fiducia

Lorena Pesaresi – Assessore Ambiente e politiche energetiche Comune di Perugia

Perugia, dopo lo sciopero, disastro della raccolta differenziata

26 gennaio 2012

Queste sono le piazzole della raccolta differenziata adiacente centro commerciale Pam San Marco (PG) dopo lo sciopero. Per carità lo sciopero è un diritto dei lavoratori, ma quella sporcizia accumulatasi in quei posti è dovuta propio nella mancata raccolta durante gli scioperi. Adesso mi chiedo io, ma dopo gli scioperi non dovrebbero raccogliere tutto e bonificare le piazzole dove si erano accumulati i rifiuti? Mi sono accorto che gli automezzi della Gesenu hanno solo provveduto a svuotare i contenitori ma non a ripulire le piazzole così da spargere i rifiuti in giro per il piazzale e nel parco sovrastante! Eppure ieri i vertici Gesenu con Sindaco e Assessore hanno fatto il punto sulla differenziata raccolta in città con buoni esiti, ma signori amministratori ma a nessuno viene il dubbio che comunque il servizio svolto da Gesenu non sia  molto soddisfacente? Basti vedere la foto che il sottoscritto ha raccolto dopo alcuni giorni dallo sciopero, ma la situazione era rimasta tale!!!

Fabio Pieroni

Perugia, spiacevoli e antigienici i cumuli di spazzatura sulla strada del Pantano

10 gennaio 2012

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

Sulla strada del Pantano, dopo il Maestrello, in direzione Perugia scattavo queste foto che dovrebbero far riflettere di come è malandata la nostra Regione Umbria chiamata ancora cuore verde dell’umbria, certo non è colpa dei nostri politici locali e amministratori perche chi si rende responsabile di certi crimini andrebbe perseguitato, ma mi domando…  in quei posti spesso la polizia provinciale fa dei posti di blocchi e controlli, perchè nn ha segnalato a qualche ente preposta il degrado e farlo rimuovere? Nelle foto  si vede dell ‘immondizia gettata addirittura nel fosso propio sopra il ponticello, questo potrebbe avere gravi conseguenze in caso di piogge che si potraebbero per giorni come accade spesso anche da noi e con l’impedimento di far scorrere le acque. Spero che qualcuno solleciti immediatamente un ente che si occupi di rimuovere quei rifiuti e ripulire il torrente,che da mio avviso dovrebbe essere la comunità montana.

grazie Fabio Pieroni

Nota di redazione: le foto inviate sono tante e per ragioni di spazio ne abbiamo pubblicato solo due, ma certo sono la testimonianza di una Peugia che non vorremmo mai vedere.

Questo è lo scenario che si presenta a chi si trova di passare o posteggiare l’auto a Pian di Massiano.

17 agosto 2011

LETTERA 1 A GOODMORNINGUMBRIA

Mentre la mattina si svolge il mercato del sabato, il pomeriggio ci troviamo davanti certi spettacoli indecorosi da inciviltà. La Gesenu che è incaricata a svolgere il servizio di ripulitura per conto del comune di PG, ha solamente rimosso le ceste e cassette, ma la spazzatrice che di solito dovrebbe fare il giro dove é? E  pensare che domani è domenica e lunedi è ferragosto. Tali rifiuti verranno, con il vento che soffia, sparsi ovunque, alcuni già giacciono sulla rotonda e recinzione della questura!
E i cittadini di Perugia accettano certi scenari? Ma la Gesenu come mai che non la controlla nessuno? Perchè certi funzionari sia Gesenu che del comune di PG non vanno a controllare se i lavori son stati eseguiti correttamente?Ma chi dovrebbe vigilare dove é?A mandare le bollette ai cittadini come mai sono presenti!?

Fabio Pieroni – PG

LETTERA 2 A GOODMORNINGUMBRIA

La gesenu  oltre a non controllare l’operato dei suoi dipendenti risulta talmente assente che i propri dipendenti spesso si riposano bivaccando e a chiacchierare nei locali pubblici, spesso  si vedono come si lasciano andare a delle conversazioni da bar, son d’accordo per la  pausa caffè, ma qui si è visto che da quando son entrati non hanno chiesto alcuna  consumazione !! Sono episodi che si vedono spesso e volentieri in giro.

Fabio Pieroni – PG

I RIFIUTI DEL MERCATO DEL SABATO

14 giugno 2011

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

piazzale umbra jazz

Piazzale Umbria Jazz, Rifiuti del mercato di  sabato 6 giugno, io mi domando: in questo periodo con Perugia visitata da tanti turisti, è possibile fargli vedere certi scenari? Ok la sicurezza è un problema non facile da risolvere ma i rifiuti pure? Ma noi cittadini che paghiamo l’azienda che smaltisce i rifiuti della nostra città siamo in dovere di versargli la tassa per intero visto certi scenari da mezzo mondo? A voi il giudizio!!!

Fabio Pieroni

nota di redazione: caro lettore, sarebbe triste se ci limitassimo a tenere pulita Perugia solo per il periodo turistico.

Nessuna raccolta differenziata al mercato del sabato al Pian di Massiano

30 maggio 2011

LETTERA A GOODMORNINGUMBRIA

Come ogni Sabato a Pian di Massiano si svolge il mercato. Mi accorgo con stupore che non viene effettuata alcuna  raccolta differenziata! Non vengono posizionati contenitori per rifiuti di umido. Eppure tra gli operatori orto frutticoli, che ne sono tanti, alla fine scartano gli alimenti marci o gli scarti di essi. Non solo,  la cosa che più stupisce è: che gli stessi operatori del settore ortofrutticolo usano anche  una elevata quantità di cassette di ogni genere, plastica, legno e cartone. Ora mi domando:  ma perchè la Gesenu non raccoglie questi rifiuti separatamente? Purtroppo si può notare come viene raccolta,  tutta con mezzo unico! Eppure le cassette in cartone , il legno e in  plastica sono riciclabili.  Perchè almeno le cassette intatte non vengono riutilizzate dagli stessi operatori con un risparmio  non solo per l’ambiente ma anche per i consumatori stessi?

Fabio Pieroni – Perugia

_____________________________

Caro lettore, grazie per la segnalazione,  la giriamo volentieri alla Gesenu sperando di avere una risposta al suo legittimo quesito.