Posts Tagged ‘pina’

Teatro in Vernacolo Nursino, “CUCCHINA IN PARADISO” al civico di Norcia

19 marzo 2012

14 aprile ore 21,30

BEBBETTO e CUCCHINA, coppia solida e matura, convivono con una suocera, che crede di essere ancora nel passato, creando problemi ed equivoci anche a causa del vizietto del vino. Intorno alla casa si muovono una girandola di personaggi scrocconi e impiccioni, che animano le giornate già vivaci della famiglia. I figli, anche se adulti, non smettono di creare preoccupazioni. Droga, alcol e sesso proibito, si mescolano ad una vita quotidiana che è alla ricerca di una pace di una tranquillità che si trovano solo in paradiso. In una baraonda di equivoci e macchiette un finale inatteso provocherà stupore e tante risate.

Testo di  Elvira Terenzi

la regia è di Graziano  Sirci

Aiuto Regia:  Pina  Colacecchi

personaggi ed interpreti

Cucchina:  Elvira  Terenzi

Bebbetto:  Giuseppe Tuccini

Padre di Cucchina:  Luigi  Morini

Madre di  Cucchina:  Anna  Marucci

I biglietti sono in vendita presso IL CHIOSCO di Norcia

Libro: “La scala dei miei sette mondi” di Pina Izzo

17 dicembre 2011

Pina Izzo

Il libro” La scala dei miei sette mondi” nasce come racconto esoterico, dopo aver partecipato ad un ritiro spirituale a San Francesco D’Assisi.

La storia è ambientata nel dopoguerra e racconta la vita di una laica, la quale si ritira in un convento dopo aver vissuto un’esperienza drammatica. Il percorso iniziatico( est) di questa donna si avvale di numerose visioni: viaggi astrali che la portano, nel tempo,da uno stato di forte religiosità ecclesiastica ad un’apertura spirituale più consapevole e priva di dogmi. In ogni suo ” viaggio”, la protagonista ( Consiglia) assorbe in sè il concetto di anima che trasmigra ed evolve. Consiglia comprende che, soltanto vivendo tutte le esperienze terrene ( dualità ) e trascendendo l’ego, può percepire l’equilibrio dei sette corpi energetici e raggiungere la completezza del suo essere. Le visioni erotiche rappresentano la materia: il chakra più basso dell’essere umano, il sesso che pulsa al richiamo degli istinti naturali dell’uomo fino all’ultima frontiera ( settimo chakra ). Con l’esplorazione e l’esperienza interiore, ella riconosce la propria parte animica e dopo uno stato di beatitudine ( ovest ) si abbandona ad una nuova vita.

Women@Work/UMBRIAlibri 2011: da “Amore amaro” a “Nudo pensiero”

19 ottobre 2011
domenica 13 novembre · 18.30 – 19.30

PERUGIA – ROCCA PAOLINA, SALA ELSA MORANTE

Partecipano Costanza Bondi, Katia Zeffiri e Pina Izzo – moderatore Giampiero Tasso – fotografo ufficiale dell’evento Riccardo Norgini
Presentazione a UMBRIAlibri 2011 della collana WOMEN@WORK a cura di COSTANZA BONDI, edizioni Futura:
– AMORE AMARO, piccola raccolta di versi amorosi
– PASSIONE LATINA, alchimia di una poesia
– ALTER EGO, di COSTANZA BONDI e KATIA ZEFFIRI, sonetti d’amore e di passione
– CATULLO, poesie d’amore allo stato puro maschile
– NUDO PENSIERO, di PINA IZZO, la poesia d’amore si veste di eros

WOMEN@WORK, ovvero – come è stata definita dallo scrittore Marco Proietti Mancini – “scrittura né erotica né gastronomica, assolutamente non visiva, ma che coinvolga ogni senso, che dalle pagine escano profumi, sapori, musiche, che nelle pagine rientri l’odore delle dita, il sapore delle lacrime e l’immagine dei sorrisi, il suono delle risate o del pianto che ci hanno provocato… fino a diventare con il libro tutto una sola cosa: appunto… Letteratura dei Sensi!”