Posts Tagged ‘postignano’

Cultura a Sellano: GLI EVENTI A POSTIGNANO DEL 9 E 11 GIUGNO 2016

6 giugno 2016

lange.jpg9 giugno / cineclub – Alice in Wonderland – regia di Tim Burton

11 giugno / inaugurazione mostra di fotografia DOROTHEA LANGE

The camera is a great teacher

11 giugno / concerto per soprano, violino e violoncello – LAURA ANDRIANI (violino) SUZIE LEBLANC (soprano) ELINOR FREY (violoncello)

Nell’ambito della 5a edizione di “Un Castello all’Orizzonte”, sabato 11 giugno 2016, alle ore 17.30 a Castello di Postignano (Sellano, PG) si inaugurerà l’attesa mostra “DOROTHEA LANGE. The Camera is a Great Teacher” con 51 fotografie. (more…)

Annunci

Il Castello di Postignano è tra i finalisti europei del Condé Nast Johansens Awards for Excellence 2016.

21 ottobre 2015
Castello di Postignano

Castello di Postignano

A Londra, il 2 novembre 2015, presso il May Fair Hotel, alle ore 19, si terrà la premiazione del Condé Nast Johansens Awards for Excellence 2016.

E nella short list della categoria “Ville e appartamenti e Appartamenti per vacanza” del  Premio di Eccellenza 2016 Condé Nast Johansens, c’è anche il Castello di Postignano!

La short list è composta da soli tre esercizi per l’Europa e Bacino del Mediterraneo; la selezione di tale terna è avvenuta sulla base di votazioni on line, giudizi degli ospiti e relazioni di visita di esperti locali. (more…)

Attestato di Merito dall’UNESCO per il Castello di Postignano

13 ottobre 2014
Castello Borgo di Postignano

Castello Borgo di Postignano

Grande soddisfazione per il riconoscimento internazionale che l’Unesco ha tributato alla Mirto srl – Castello di Postignano!

Nell’ambito del Concorso “La Fabbrica del Paesaggio”, patrocinato dalla Federazione mondiale, Federazione europea, Federazione italiana Club e Centri Unesco e dall’Osservatorio europeo del Paesaggio di Arco Latino, su (more…)

il 14 giugno 2014 a Postignano, protagonista è l’arte contemporanea

13 giugno 2014
Castello di Postignano

Castello di Postignano

Nell’ambito del cartellone “Un Castello all’orizzonte 2014”, sabato 14 giugno 2014, a Postignano, frazione del Comune di Sellano (PG), si terranno due iniziative di arte contemporanea:

alle ore 18.30, nella Chiesa della Santissima Annunziata verrà comunicato l’esito del concorso “IMMAGINA UN POSTO DOVE… / IMAGINING A PLACE WHERE ….. Un’opera d’arte per Castello di Postignano”.

Alle ore 19.30, presso Il Torchio, appartamento Sabbioneta, si inaugurerà la mostra “PLACE AND MEMORY” dell’artista americano STEVE RIEDELL.

L’ingresso alle due iniziative è libero

Sellano: Concerto jazz di Ludovica Manzo al Castello di Postignano

25 settembre 2013

Sabato 28 settembre 2013, alle ore 18.30, a Postignano, si terrà

Ludovica Manzo (ph.Carlo Salvatori)

Ludovica Manzo (ph.Carlo Salvatori)

l’ultimo appuntamento della manifestazione estiva “Un Castello all’orizzonte”: nella Chiesa della SS. Annunziata si esibirà in un concerto jazz, la cantante e compositrice napoletana Ludovica Manzo con Gino Maria Boschi alla chitarra e Gabrio Bevilacqua al contrabbasso.

L’ingresso è gratuito.

Informazioni: Mirto srl – 081 7641702 – 334 1876830 – info@borgodipostignano.com – http://www.borgodipostignano.com

Postignano (Sellano), dal 6 al 12 luglio “Arte e dintorni”

4 luglio 2013

roxy colpi 2007_RDal 6 al 12 Luglio prossimo, la Chiesa della SS. Annunziata e altri luoghi del borgo Postignano nel comune di Sellano, ospiteranno “Arte e Dintorni”, eventi e rassegna di film documentari sull’arte contemporanea a cura di Laura Trisorio.

OLTRE IL 6 LUGLIO, GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA DI “ARTE E DINTORNI SONO: (more…)

Jazz, concerto di Ludovica Manzo al Castello di Postignano

25 giugno 2012

Sabato 30 giugno 2012, presso la Chiesa della Santissima Annunziata del borgo medioevale di

Ludovica Manzo

Postignano, alle ore 18, si terrà il primo appuntamento della manifestazione “Castello all’orizzonte” che si svolgerà da fine giugno a fine settembre 2012. Si tratta del concerto jazz della talentuosa cantante e compositrice Ludovica Manzo accompagnata da Gino Maria Boschi alla chitarra e da Igor Legari al contrabbasso. Il Trio si esibirà in brani di autori classici come Ellington, Jobim, Carmichael e autori contemporanei tra cui Guinga e Radiohead, oltre ad alcuni brani originali.

Postignano è una frazione del Comune di Sellano (PG) che fu abbandonato negli anni ’60 ed è tornato a vivere grazie ad una attenta opera di restauro durata molti anni, a cura di due imprenditori napoletani, gli architetti Gennaro Matacena e Matteo Scaramella.

Informazioni al pubblico:

Mirto srl 0743 850216 – 334 788005 info@mirtosrl.com

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Sellano: castello e “terra” ribelle di Spoleto

17 novembre 2009

cascata delle rote

di Marco Francisci

Fu lo storico spoletino Saverio Minervio nel sec. XVI ad ipotizzare l’origine romana del “predio” sellanese, sovrapponendo la gens Suilla di alcune iscrizioni rinvenute a Spoleto, ai suillates citati da Plinio il Vecchio nell’Historia Naturalis. Nel secolo successivo il memorialista folignate Jacobilli collegò il nome anche ad una tradizione popolare sulla fondazione di Sellano da parte dei soldati di Silla. Recenti studi hanno inoltre indicato una possibile derivazione illirica dell’etimo. E’ comunque facilmente identificabile lo schema urbanistico a griglia quadrangolare del preesistente insediamento romano. Feudo dei conti germanici di Alviano, comune montano autonomo, castello e “terra” ribelle di Spoleto, di nuovo comune autonomo insieme ai territori aggregati di Orsano, Cammoro, Apagni, Postignano Montesanto, anch’essi ex castelli romani.  Lo spirito di indipendenza e di difesa dei diritti, la durezza del carattere, ma anche il profondo senso di spiritualità e di umiltà di una terra che fu tra i primi laboratori di elaborazione del nuovo pensiero sociale cristiano umbro, sono i tratti che questo popolo ha manifestato in diversi momenti, anche lontani, della sua storia. Nel suo periodo più importante, tra il XIV e XVI secolo, il territorio di Spellano ebbe modo di partecipare al movimento di rinnovazione delle arti che si diffuse nell’Italia centrale, accogliendo, soprattutto nelle sue numerose piccole chiese rurali di stile romanico, gli artisti provenienti dalla montagna e dalle cerchie del folignate e dello spoletino, essi lasciarono ampia testimonianza del loro stile rinascimentale minore in cicli iconografici votivi intrisi del senso di ingenua devozione e di pietà umana. Diviso tra i sottobacini della Valle Umbra e della Valle del Nera e aperto verso più aree di riferimento, il subappennino sellanese può vantare una delle morfologie paesaggistiche più interessanti dell’Umbria, con i suoi declivi dolci ed i suoi altipiani che hanno sempre consentito una maggiore e più variegata attività agricola, con il suo vasto manto boschivo e di pascoli da cui è possibile ricavare produzioni alimentari di pregio come la tartuficola e la casearia ovina e caprina, con la ricchezza della rete sorgiva e la particolare mitezza e purezza del clima, con la caratteristica presenza insediativa diffusa in tanti piccoli villaggi originariamente autosufficienti. Superata la lunga fase sismica, Sellano ed il suo territorio sono pronti ad avviarsi verso una crescita economica che esalti le proprie e indiscutibili  qualità storico-culturali ed ambientali.