Venerdì 17 novembre all’ Urban sarà di nuovo Friday I’m in love

bee-bee-sea-coverUscirà proprio  il 17 Novembre “Sonic Boomerang”, il secondo album dei Bee Bee Sea.

Bee Bee Sea è il trio mantovano che negli ultimi due anni ha sfasciato  i palchi di mezza Italia (e non solo) a suon di garage psych e punk. Hanno debuttato nel 2015 con un album omonimo (sold out) e da lì non si sono più fermati.
Hanno suonato con Oh Sees, Black Lips, Night Beats, King Khan & The Shrines e molti altri.
Nel 2016 sono tornati con un l’EP “3 Songs and Jacques Dutronc”, uscito in digitale e cassetta e nel frattempo hanno collezionato spot televisivi (Fiat e DMAX con Chef Rubio) e colonne sonore di skate-video firmati DC Shoes.
Il nuovo disco, registrato al TUP Studio di Brescia e prodotto da Bruno Barcella, è puro terrorismo sonoro e segna una evoluzione ancora più “live oriented” con lunghe intro, chitarre abrasive, assoli in faccia e un ritmo che lascia senza fiato senza mai rinunciare ai loro “hook”, ai ritornelli singalong e alla vena pop che ha contraddistinto la produzio- ne della band.
Sonic Boomerang uscirà in digitale e in cassetta per l’etichetta angloamericana Dirty Water Records USA e in vinile per Wild Honey Records il 17 Novembre.
Sabato 18 novembre ​HEY BOY HEY GIRL presenta JOLLY MARE

Jolly Mare è il progetto discografco di Fabrizio Martina che sta guadagnando un posto di tutto rispetto nella scena elettronica internazionale rielaborando il gusto italiano in chiave disco e boogie.
Scoperto da Gilles Peterson che si innamora della sua “Hotel Riviera”, pubblica nel 2016 il primo album dal titolo “Mechanics” per Bastard Jazz Recordings U.S. vantando il supporto di Soul Clap, Rob da Bank, Alexander Barck (Jazzanova) e Tom Middleton che lo definisce “New Italo Disco and Tech Funk Maestro”. Il disco riceve consensi di pubblico e critica, venendo cosi selezionato dalla Independent Music Company Association europea come uno dei 25 migliori album dell’anno accanto a lavori di Blood Orange, Radiohead e Danny Brown.
Le ampie scelte stilistiche e i raffinati riferimenti ad altre epoche lo rendono uno dei musicisti più interessanti del panorama italiano, portandolo ad esibirsi in importanti festival internazionali come il Sonar di Barcellona e l’inglese Parklife sulla leggendaria Isola di Wight.
Ex alunno della Red Bull Music Academy, ha l’onore di suonare il set di apertura a New York per il ventennale alla carriera dei Masters At Work insieme a Roy Ayers e collabora con virtuosi musicisti come Thundercat (bassista di fiducia di Flying Lotus) e Roy Paci.
Prima e dopo di lui in consolle: Gato Negro Orchestra, Stefano Tucci, Max-P

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: