L’Umbria è poi così diversa dalle altre Regioni ?

Le inchieste della Magistratura e della Guardia di Finanza stanno ponendo sotto i riflettori lo sperpero di denaro pubblico delle Regioni. Giorno dopo giorno emergono fatti e comportamenti di una gravità che forse neppure si riusciva ad immaginare e dimostrano quanto sia diffusa la presunzione di onnipotenza di tantissimi amministratori delle nostre Regioni. Oggi c’è una corsa ad annunciare tagli per contenere i costi della politica. Una corsa “forzata” dagli interventi della Magistratura e non frutto di una acquisita presa di coscienza e del senso di vergogna che la “casta” dovrebbe provare per lo sperpero del pubblico denaro di cui si è resa e si rende protagonista. Noi di Futuro e Libertà staremo a vedere e vigileremo affinché ai tagli annunciati seguano provvedimenti concreti e non di semplice facciata!

La “politica”, tutta, dovrebbe riflettere e adottare atti che pongano fine all’indecenza a cui stiamo assistendo e che da troppo tempo i cittadini sono costretti a subire. Invece ci sono alcuni, come la Presidente Marini ed il Presidente del Consiglio Regionale Brega, che ne approfittano per affermare una propria presunta “verginità”; si autocertificano “migliori” sol perché non toccati (ancora) da inchieste della Magistratura o da blitz della Finanza. E’ vero che la Regione Umbria, per alcune voci di spesa, spende meno di altre Regioni. Ma sperperare meno non significa essere migliori…ma solo un po’ meno peggio. La virtuosità risiede nel non dilapidare le risorse della collettività, non nel dilapidarne meno. Sotto questo aspetto anche le Istituzioni umbre dovrebbero praticare una rigida dieta dimagrante, quella stessa alla quale – loro malgrado – sono sottoposti i cittadini. La Marini grida la diversità della Regione Umbria. Siamo d’accordo: è diversa nel modo di sperperare. I Consiglieri Regionali hanno indennità meno alte dei loro colleghi (appena 6.500 euro……!), però è al secondo posto dopo la Basilicata per la spesa del personale in rapporto al totale della spesa corrente: questo si chiama clientelismo! E’ diversa perché in altre Regioni si autocertificano rimborsi spese assurdi, mentre nella nostra si pagano esorbitanti consulenze esterne nonostante un elefantiaco e super premiato (un milione di euro solo quest’anno) apparato di dirigenti regionali. E’ diversa perché l’Umbria ha tagliato i vitalizi dei Consiglieri Regionali…ma dalla prossima legislatura tanto per salvaguardare la “casta” in carica, mentre i cittadini normali i sacrifici debbono subirli immediatamente. E’ diversa perché mentre il Lazio entra nella cronaca per i festini, in Umbria emerge lo scandalo della Sanità nella ASL 3. E’ diversa perché mentre i politici di altre Regioni trasferivano fondi pubblici all’estero, da noi la Magistratura denunciava il sistema di corruzione messo in atto dal Vice Presidente del Consiglio Regionale Orfeo Goracci quando era Sindaco di Gubbio. E’ diversa perché mentre la Lombardia eccelle per la qualità del servizio sanitario che presta ai propri cittadini, la nostra Regione “eccelle” per le interminabili liste di attesa, addirittura con il blocco delle prenotazioni, che riserva ai pazienti per visite specialistiche ed esami. Altro che virtuosità! E’ diversa perché mentre in altre Regioni si gonfiavano e falsificavano le fatture per giustificare rimborsi fasulli, in Umbria scoppia l’inchiesta su appalti pilotati per l’assegnazione di Fondi Europei che vede coinvolta la figlia di un funzionario della Regione oltre al Sindaco di Cannara. Presidente Marini, Presidente Brega, siete sicuri che siano queste le diversità di cui vantarsi e che i cittadini apprezzano? Non sarebbe doveroso – anziché indossare impropriamente le piume del pavone – riflettere su un passato ed un presente da cancellare e dare finalmente un concreto esempio di autentica “virtuosità” approvando provvedimenti che dimezzino le indennità dei Consiglieri e degli Assessori, i fondi ai gruppi politici, aboliscano tutti i vostri privilegi, le consulenze esterne, etc. ? Sono queste le diversità che i cittadini si attendono, ma, come si dice, campa cavallo che… !

Carla Spagnoli – Coordinatore Regionale e Componente dell’Assemblea Nazionale di FLI

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: